Si dimette l’assessore leghista ai servizi sociali

Romano Chierichetti ha consegnato la lettera di dimissioni il 30 luglio. Il sindaco Roncari stupito del forte "pressing" da parte della sua stessa parte politica che ne avrebbe chiesto la testa

Romano Chierichetti, assessore ai servizi sociali e vice-sindaco di Fagnano Olona, ha rassegnato le proprie dimissioni con una lettera protocollata consegnata in questi giorni in Comune. La decisione dell’esponente leghista arriva dopo lunghi mesi di tensione proprio con i suo colleghi di partito che ne avevano richiesto la rimozione dagli incarichi. Non cela la sua insoddisfazione il sindaco Marco Roncari: "E’ la stessa Lega che ha voluto le sue dimissioni. Non comprendo le ragioni di queste "forzate" decisioni quando l’assessore stava lavorando bene – ha commentato il primo cittadino – le deleghe resteranno in carico a me in attesa di avere un candidato all’altezza del ruolo. A Romano Chierichetti tutta la stima mia e della giunta insieme al ringraziamento per il lavoro svolto".

Gli stessi leghisti in un comunicato esprimono il loro ringraziamento all’omai ex-assessore: "Lo ringraziamo per l’importante contributo dato all’avvio di questa amministrazione – fa sapere in una nota il segretario cittadino Ercole Zanetello – Siamo certi che il suo operato ha lasciato un segno di correttezza e
disponibilita’ nei confronti dei cittadini ,dei collaboratori,degli amministratori e dei consiglieri comunali". Non fa cenno, il segretario leghista, alle motivazioni che avrebbero spinto la Lega a chiedere le dimissioni di un suo stesso militante dal ruolo di assessore. L’unica motivazione evidente è che Chierichetti, già sindaco a Castelseprio, non è fagnanese e non è stato eletto ma imposto dalla direzione provinciale del partito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.