Successo per Milano Jazzin’ Festival: settantamila presenze per sedici concerti

La rassegna iniziata il 12 luglio all'arena civica si chiude mercoledì 4 agosto con ottimi risultati. Sul palco grandi artisti della scena internazionale

Un altro anno di grandi successi per il Festival musicale più grande ed importante della città di Milano; la quarta edizione del Milano Jazzin’ Festival, con oltre 70.000 presenze all’Arena Civica “Gianni Brera” si conferma sempre di più come l’appuntamento estivo per gli amanti della buona musica.
La manifestazione, promossa dall’assessorato agli Eventi del Comune di Milano, chiude ufficialmente mercoledì 4 agosto (che si è aperto il 12 luglio) con il concerto di Peter Cincotti.
«Superando le 70.000 presenze – commenta l’assessore Giovanni Terzi – l’edizione 2010 del Milano Jazzin’ Festival conferma la vocazione musicale della nostra città e dà ragione all’impegno dell’amministrazione che anno dopo anno si batte per garantire un’offerta di qualità riconosciuta nel circuito dei festival musicali internazionali».
MJF si è aperto con due grandi artisti italiani, Mario Biondi ed Elisa, per poi continuare con un cartellone eclettico e di qualità che ha riempito di musica le notti milanesi con più di 20 giorni di musica di altissimo livello, dal rock al pop passando dal blues e dal soul per approdare alle sperimentazioni più particolari.
La rassegna ha collezionato una serie di appuntamenti imperdibili puntualmente premiati dal pubblico milanese e non. Due le date sold out: il “guitar hero” Mark Knopfler (14 luglio) e l’accoppiata tutta inglese Paolo Nutini e Florence and the Machine(21 luglio).
70.000 spettatori per 16 concerti che hanno visto alternarsi sul palco dell’Arena Civica grandi artisti come le leggende della musica Crosby, Stills e Nash, grandi voci femminili come Norah Jones, Dulce Pontes e Sa Dingding ; nomi importanti dell’elettronica come Kruder&Dorfmeister e artisti istrionici come Mike Patton e Dweezil Zappa; e ancora le atmosfere sofisticate dei Pink Martini e Swing out Sister, i virtuosismi chitarristici di Gary Moore, la musica di New Orleans della Dirty Dozen Brass Band.
Anche quest’anno i concerti del Festival sono stati 100% green grazie all’energia proveniente da fonti rinnovabili dalle centrali idroelettriche Edison attraverso i certificati di produzione rinnovabile. La collaborazione tra Edison e MJF nasce nell’ambito di “Edison-Change the Music”, il primo progetto musicale a basso impatto ambientale, decollato nel 2008 e giunto alla sua terza edizione.
MJF è un progetto dell’Assessorato agli Eventi del Comune di Milano con Alfa Romeo Giulietta come presenting sponsor, prodotto da FOUR ONE Music&Events e Sicom – Sistemi integrati di comunicazione. La direzione artistica è affidata a Nick the Nightfly.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.