Suona la campanella per cinquantamila studenti

Primo giorno di scuola per moltissimi ragazzi ma anche per i cinquemila docenti che lavorano nelle scuole del Canton Ticino

inizio scuola canton ticinoGli studenti ticinesi tornano sui banchi. Per quasi 55 mila ragazzi la scuola è ricominciata oggi, lunedì 30 agosto. «L’elenco delle novità che riguardano l’anno scolastico 2010-2011 è piuttosto corposo – ha spiegato Gabriele Gendotti, direttore del dipartimento dell’educazione del Canton Ticino -. Nei progetti che intendo portare a termine entro la fine della legislatura vorrei segnalare almeno la cantonalizzazione e il potenziamento del servizio del sostegno pedagogico nelle scuole comunali, con qualche ritocco anche per le scuole medie, l’obbligo dell’offerta di un posto alle scuole dell’infanzia ad ogni bambina e ad ogni bambino di tre anni d’età, l’autonomia dei Comuni per l’assunzione del docente di appoggio nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole elementari, la nuova legge sulla pedagogia speciale, la ridistribuzione delle competenze tra ispettori e direttori didattici di sede».

I numeri
Il numero complessivo degli allievi registra una piccola flessione rispetto all’inizio dell’anno scolastico precedente (54’950 rispetto a 55’025). Diminuiscono leggermente gli allievi nella scuola dell’obbligo (elementari e medie), rimangono stabili nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole speciali, mentre aumentano in modo contenuto nel medio superiore e nel settore professionale.
I 4’940 docenti – numero che si mantiene sostanzialmente stabile negli anni – occupano complessivamente 3’870 posti di lavoro a tempo pieno). Il tasso di rotazione del corpo docente (per pensionamenti, dimissioni, congedi, ecc.) ha creato 200 nuovi posti a tempo pieno nelle suole cantonali e una cinquantina di posti sempre a tempo pieno nella scuole comunali, di cui hanno beneficiato soprattutto giovani docenti. Il Cantone si conferma così un datore di lavoro estremamente dinamico, visto che ogni anno mette a disposizione circa 200 posti a tempo pieno per circa 300-350 persone neoassunte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.