Torna la mostra zootecnica, con il contributo di Regione e Provincia

L’iniziativa di settembre arriva alla 29esima edizione con un contributo generale dei diversi enti di circa 60mila euro. L’esposizione più grande di tutto il varesotto

MOstra zootecnicaTutta l’agricoltura è in festa l’11 e il 12 settembre, per il tradizionale appuntamento con la Mostra Agricolo Zootecnica, organizzata dal Comune di Tradate, con il contributo degli Assessorati alle Politiche Agricole della Provincia di Varese e della Regione Lombardia. Una grande festa per perché si tratta della più grande iniziativa del settore di tutta la provincia, con un investimento generale degli enti coinvolti di circa 60mila euro.
Momento di apertura della manifestazione sarà giovedì 09 settembre, con la conferenza “Prodotti tipici e sviluppo economico – La politica della Regione Lombardia per lo sviluppo e la promozione dei prodotti tipici lombardi e il ruolo dei consorzi promozionali provinciali”, che coinvolgerà diverse autorità delle Amministrazioni Regionale e Provinciale oltre ad esperti e rappresentanti del settore Agrogastronomico varesino. L’appuntamento è a Tradate in Villa Truffini, alle ore 21.00.
 
Nella continuità della tradizione, l’inaugurazione della manifestazione avverrà Sabato 11 alle ore 15.00 presso il campo sportivo di Via Roma. Bovini, ovini, allevatori locali, prodotti alimentari della zona, esposizione di macchinari e prodotti per l’agricoltura: questa è la nostra Fiera Agricola Tradatese, una manifestazione che testimonia il forte legame tra agricoltura e territorio, tra consumatori e produttori e conferma il ruolo determinante di questo settore per l’economia del comprensorio Varesino.
 
«La Mostra di Tradate – spiegano dal Comune – è un evento che valorizza la qualità delle nostre produzioni agricole e, allo stesso tempo, dedica ampio valore al recupero della memoria della cultura contadina. Si rivolge dunque agli imprenditori agricoli, che qui possono trovare tutte le novità che riguardano il loro settore, e agli stessi cittadini che possono riscoprire i prodotti della terra e il piacere di una città accogliente e ricca di iniziative, visitando anche i vari stand allestiti da diverse aziende agrituristiche della provincia e l’offerta dei diversi produttori provenienti da tutte le province lombarde».
 
La rassegna, che lo scorso anno ha registrato la presenza di oltre 300 capi di bestiame, provenienti dagli allevamenti locali e non solo, stabilendo il primato nei termini di visitatori con oltre 20.000 presenze, punta quest’anno a rafforzare la sua connotazione tecnica, legata alla presenza di qualificate aziende espositrici operanti nei settori della meccanizzazione agricola, dei lavori boschivi e forestali e dell’agricoltura in genere.
«Accanto ai tradizionali e consolidati settori espositivi viene riproposta la Festa del Cavallo, organizzata dall’ associazione “A Cavallo nel Seprio”, giunta già alla sua 12 a edizione. In questa occasione, oltre i vari spettacoli che animeranno i due giorni di festa, verrà offerta a tutti i bambini la possibilità di salire a cavallo con l’ormai classico “battesimo della sella”. La 29a edizione giunge in un momento difficile per l’economia mondiale e nazionale e anche l’agricoltura sta vivendo situazioni contraddittorie. Ma la crisi può essere anche occasione per riaffermare il ruolo primario della produzione e in particolare di quella alimentare in un territorio come il nostro».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.