“Trasporto, non una forma inefficiente di welfare di stampo sovietico”

L'assessore regionale lombardo alle infrastrutture Raffaele Cattaneo: "E' un settore industriale, ma non potremo continuare a lavorare su questa strada se si realizzano tagli tanto pesanti"

"Occorre cambiare l’ottica con cui si guarda al trasporto pubblico: non una forma arretrata e inefficiente di welfare di stampo sovietico, ma un settore industriale che va trattato come tale". A dirlo oggi l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, intervenuto al meeting di Comunione e liberazione di Rimini. "Le tariffe basse imposte dal trasporto inteso secondo questa visione ideologica – ha concluso l’assessore Cattaneo – significano anche poche risorse per gli investimenti e una bassa qualità del servizio. E, a queste condizioni, non è vero che i cittadini sono contenti di pagare poco. Occorre uscire da questa spirale e, in questo senso, la politica deve fare la propria parte".
Cattaneo è tornato anche sulla questione dei tagli previsti dalla manovra. "Purtroppo non potremo continuare a lavorare su questa strada se si realizzano tagli tanto pesanti come quelli previsti dalla manovra finanziaria. Per questo ho ribadito al ministro Matteoli la necessità di una correzione entro l’autunno".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.