Via libera alle prevendite per Varese-Atalanta

Da giovedì a disposizione i tagliandi per la partita di sabato. Ma i bergamaschi senza tessera del tifoso possono sedersi tra i fans biancorossi, a causa della normativa del Viminale sulla "card"

Appuntamento giovedì mattina nelle rivendite del circuito Ticket One: chi non si è abbonato al Varese può organizzarsi in questo modo per assistere alla partitissima di Serie B che sabato pomeriggio (ore 18,30) vedrà i biancorossi opposti all’Atalanta.
Il match, come anticipato ieri, sarà disputato al "Franco Ossola" che dopo aver ricevuto martedì il via libera da parte dei responsabili dell’Osservatorio del Viminale e della Lega Calcio, ha avuto anche l’ok definitivo per bocca della Commissione provinciale di vigilanza presieduta dal viceprefetto vicario Vardé. Parere, quest’ultimo, che ha accertato il completamento dei lavori di adeguamento dello stadio per poter ospitare l’incontro. Il tempo dunque di redigere i verbali e organizzare il lato burocratico, e da giovedì alle 9 via libera alla vendita dei preziosi tagliandi che daranno accesso a una partita tutta da gustare.
I punti vendita saranno i soliti in provincia di Varese: la Casa del Disco (dove prosegue anche la campagna abbonamenti), l’Iper di Varese e Solbiate Olona, i MediaWorld di Varese e Gallarate, TicketMore di Varese, Alifior Viaggi di Saronno e Bar Savoia a Busto Arsizio. I tifosi dell’Atalanta a loro volta possono utilizzare i punti del medesimo circuito di biglietterie elettroniche presenti in provincia di Bergamo (se ne contano dieci) ma solo a partire dalle ore 16, sempre di giovedì 26. I tagliandi si potranno anche trovare nei punti TicketOne di tutto il Nord Italia.

I RISCHI – In questi giorni, riguardo ai biglietti, è nato un dibattito riguardo a quali settori potranno occupare i sostenitori ospiti, una tifoseria oceanica se pensiamo che sono oltre 15mila gli abbonati alla "Dea". Ebbene, i supporters nerazzurri in possesso della Tessera del Tifoso avranno a disposizione la curva Sud, tradizionale settore utilizzato per gli ospiti e dotato del parcheggio dedicato nel piazzale antistante lo stadio. Chi invece non ha la tessera può invece comprare tagliandi di tribuna e distinti (non di Curva Nord): c’è dunque il rischio che i tifosi delle due squadre si mischino sugli spalti, una delle "storture" prodotte dalla nuova e discussa normativa voluta dal Viminale e su cui la commissione provinciale di vigilanza non ha voce in capitolo.
Lo scenario però non è incoraggiante, perché le frange ultras atalantine che non hanno la tessera possono comprare il biglietto del settore distinti, lo stesso in cui prende posto il varesino "Gruppo Comodo", che invece ha sottoscritto la card del tifoso e che potrebbe essere affiancato da una rappresentanza di tifosi dell’Inter come già accaduto in passato. Paradossalmente dunque sarebbe meno a rischio la Curva Nord, quella occupata dai Blood Honour che non hanno la tessera (e compreranno ogni volta il biglietto) ma che siedono nell’unico settore vietato ai tifosi atalantini.
Insomma, allo stato attuale delle cose (mercoledì 25, ore 18,30) bisognerà affidarsi al buon senso di chi si reca allo stadio e augurarsi che non accada alcun problema per non guastare quella che si preannuncia come una festa del calcio lombardo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.