Abbandono di animali, arriva la condanna

Tre cani, un gatto e un coniglio languivano in mezzo ad escrementi in un'abitazione di via Castellanza. Tremila euro di multa e la confisca definitiva dei cinque animali, liberati lo scorso ottobre, disposti con decreto penale

Non tenevano i cani e altri animali in condizioni dignitose, così il tribunale di Busto Arsizio li ha condannati a 3000 euro di multa confiscandogli tre cani, un gatto e un coniglio. Si tratta della vicenda dei cani lupo di via Castellanza a Busto Arsizio, seguita dal Servizio di vigilanza zoofila e zootecnica della provincia di Varese, la cui indagine si era servita anche di ausili informatici (le foto di Google Street View, fra l’altro…), oltre che di puntuali rilievi fotografici, per documentare lo stato di degrado in cui erano mantenuti gli esemplari.
Alla Procura era stato fatto presente anche che dall’abitazione si udivano i lamenti di un cane, benché questa fosse perennemente disabitata, e con le tapparelle abbassate. Così ad ottobre 2009, il responsabile del servizio di vigilanza zoofila e zootecnica Francesco Faragò, che aveva seguito personalmente il caso una volta segnalatogli, con i Carabinieri prese parte all’ispezione che portò al sequestro dei due lupi detenuti nel cortiletto e al sequestro dello yorkshire, del coniglietto e del gatto reclusi in casa, al buio, senza ricambio d’aria e in pessime condizioni igieniche sanitarie. Il gatto in particolare era affetto da una forte otite non curata, che lo aveva portato a grattarsi sino alla quasi amputazione dell’orecchio: la veterinaria dovette curarlo e suturarlo.

Nei giorni scorsi la condanna: con decreto penale i proprietari sono stati condannati al pagamento di una multa pari a 3.000 euro e alla formale confisca di tutto quanto sequestrato, cioè i cinque animali. La multa è stata già pagata, quindi il procedimento è concluso e gli animali sequestrati sono ceduti a titolo definitivo a coloro che li avevano presi in custodia giudiziale, trovandovi senz’altro un trattamento più consono.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.