Al via i Vespri d’organo a Somma Lombardo

Nella basilica di Sant'Agnese i due concerti della seconda edizione della rassegna. Dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate un contributo per valorizzare l'organo Bernasconi

Prende il via venerdì 24 settembre alle 21.00, nella basilica di Sant’Agnese di Somma Lombardo la seconda edizione dei Vespri d’organo "Laudate Deum in Chordis et Organo", organizzata dalla parrocchia con il contributo della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, il patrocinio della Città di Somma Lombardo e della Fondazione Visconti di San Vito. Direttore artistico della rassegna è il musicologo Matteo Mainardi, filo conduttore è la musica italiana dell’Ottocento.

«Somma Lombardo è una realtà molto cara alla nostra banca, avendo coinciso l’apertura della sua filiale, nell’ottobre 2007, con l’unione delle aree storiche degli istituti di Busto Garolfo e Buguggiate -ricorda il presidente Lidio Clementi-. Abbiamo voluto essere al fianco di un’iniziativa come i Vespri d’organo per la valenza artistica e storica che esprimono e per la centralità che nelle due serate della manifestazione assume un patrimonio del nostro territorio qual è l’organo Bernasconi. Siamo convinti che uno strumento musicale di questo livello, recuperato l’anno scorso con un’impegnativa opera di restauro, abbia bisogno di questi momenti per farsi conoscere e apprezzare da tutti: è un’ulteriore dimostrazione delle tante eccellenze che possono vantare Altomilanese e Varesotto e che a noi, banca locale, stanno a cuore».

All’organo Bernasconi (1876) sarà Marco Ruggeri, organista e concertista titolare dell’organo-orchestra "Lingiardi 1877" della chiesa San Pietro al Po di Cremona.
Ecco, nel dettaglio, il programma:
M. E. Bossi (1861-1925) dalla Suite "Res severa magnum gaudium";
P. Fumagalli (1830-1900) dall’ "Ascetica musicale", op. 235, rugiada, la danza degli astri, serenata per corno inglese, alleluia;
A. Ponchielli (1834-1886), l’annunzio ai pastori. Scena caratteristica;
G. Verdi (1813-1901) da "Aida": Gran scena della consacrazione (Finale Atto I);
V. Petrali (1830-1889), andante per l’Elevazione e sonata in Fa.

Il secondo concerto, in programma sabato 9 ottobre, sempre alle 21.00, vedrà impegnato il Maestro Giacomo Mezzalira.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.