Alle Pertini si ricomincia tra vecchi problemi e un nuovo preside

Giovanni Ballarini, preside del Gadda Rosselli di Gallarate, si è insediato da una settimana nel plesso di Beata Giuliana ma i genitori hanno già presentato la lista dei problemi: «Presto convocherò il consiglio d'istituto, sono uomo di dialogo»

L’istituto comprensivo Pertini di Busto Arsizio si prepara all’inizio dell’anno scolastico. Il preside reggente Giovanni Ballarini, che si divide tra le Pertini e l’istituto Gadda Rosselli di Gallarate dov’è preside, si è insediato solo da una settimana e i genitori degli alunni si sono già fatti avanti ricordando i problemi di cui la struttura soffre. Le scuole Pertini comprendono una materna, tre primarie (Pertini, Beata Giuliana e Marco Polo) e una scuola media inferiore: in tutto le frequentano 870 alunni, con una buona percentuale di stranieri (nella foto una giornata ecologica con Legambiente svoltasi all’interno della scuola).  «La scuola è in buone condizioni, certo ci sono dei problemi ma ho già programmato un consiglio d’istituto con i genitori per parlare delle problematiche presenti all’interno delle varie strutture – precisa Ballarini – una volta raccolte tutte le voci mi farò portavoce presso l’amministrazione di Busto per trovare una soluzione».

I genitori lamentano problemi all’impianto elettrico: «Il 14 aprile scorso si è verificato un ultimo preoccupante episodio – scrivono i genitori in una missiva indirizzata al comune e alla presidenza – un corto circuito provocato da un sovraccarico elettrico che ha interessato diversi locali della scuola (aula sez. B, aula/ufficio, locale lavatrice) ed anche altri ambienti della Scuola Elementare “Pertini” situata al primo piano dello stesso edificio. Informata la Segreteria d’Istituto e l’Ufficio Tecnico Comunale sono intervenuti i tecnici che hanno effettuato gli opportuni controlli e una sommaria riparazione evidenziando come problema principale e permanente il costante sovraccarico a cui è sottoposto l’ormai inadeguato impianto elettrico esistente. Ci risulta che altri inconvenienti analoghi si sono verificati in altri ambienti della scuola già diverse volte negli ultimi mesi».  Altri problemi segnalati riguardano la sicurezza nel parco dove il prato presenta diverse buche piuttosto pericolose, le inferiate di recinzione della scuola che sono arrugginite e danneggiate in alcuni tratti, la mancata manutenzione anche dei muri, infatti un foro di notevoli dimensioni è presente da mesi in uno dei tavolati di uno dei saloni. Dal 15 maggio ad oggi nessuna risposta è arrivata dall’amministrazione, nemmno una presa d’atto.

Insomma, problemi piccoli e grandi che vanno risolti e che il preside ha promesso di visionare e risolvere: «Le strutture, in generale, sono a posto – replica il preside – certamente ci sono degli interventi da eseguire e me ne farò carico non appena avrò preso atto di tutti i problemi della scuola». Ma alle Pertini non esistono solo i problemi, ci tiene a precisare il preside «abbiamo già nominato quasi tutte le supplenze, riconfermate tutte le attività extra come il latino, i giochi matematici per la scuola media e il teatro per la scuola dell’infanzia. Ma vogliamo fare di più con il campo estivo per l’anno prossimo, un’iniziativa importante che va incontro ai genitori che lavorano durante la gran parte dell’estate». Anche dal punto di vista dell’integrazione si sta facendo un importante lavoro: «Puntiamo molto sull’intercultura – conclude Ballarini – trovo che sia fondamentale in una scuola come la nostra dove solo alla scuola dell’infanzia abbiamo 30 stranieri su 147 bambini. Problemi di integrazione non ne abbiamo anche perchè il nostro corpo docenti è attento anche questo aspetto e gli stessi genitori si lasciano coinvolgere nelle iniziative di integrazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.