“Basta togliere posti letto all’ospedale”

Affondo dei socialisti saronnesi che chiedono l’istituzione di una commissione mista: «Il taglio di ulteriori 30 posti sta mettendo in crisi la capacità del presidio”

«Protestiamo fermamente contro l’attuale gestione dell’Azienda Ospedaliera di Busto Arsizio, che prosegue con la sua politica di continuo ridimensionamento del presidio ospedaliero di Saronno. Il taglio di ulteriori 30 posti letto avvenuto durante l’estate sta mettendo in crisi la capacità di ricettività dell’Ospedale di Saronno. Frequenti sono gli spostamenti presso altre sedi degli ammalati saronnesi e si stanno allungando i tempi di attesa presso il Pronto soccorso prima di essere indirizzati presso uno dei reparti».
Parole pesanti presenti in un comunicato diffuso dal Partito Socialista Italiano di Saronno e che sostiene l’attuale amministrazione comunale. Comunicato steso dopo una riunione tra Marco Arluno, segretario cittadino, Riccardo Galetti, coordinatore dei Giovani Socialisti, Lorenzo Galli, Antonino Barbagallo, Silvio Angelucci. Presenti come membri di diritto l’Assessore Giuseppe Nigro e Anna Cinelli, consigliere comunale.
 
«L’ortopedia, dopo la chiusura estiva, non ha ancora ripreso a funzionare come reparto autonomo e la fuga dei pazienti verso altri ospedali è sotto gli occhi di tutti – spigano i socialisti -. La politica di valorizzazione delle professionalità vede costantemente penalizzate quelle di Saronno con grave detrimento della qualità dell’ospedale saronnese. Questa politica penalizzante contraddice qualsiasi principio di equità per i cittadini e rende sempre più evidente la trasformazione del presidio di Saronno in un ospedale di serie “b”. Tutto ciò non è un danno solo per i dipendenti dell’ospedale saronnese, ma è un rischio per la salute dei cittadini del Saronnese».
 
I socialisti saronnesi hanno chiesto al sindaco Porro di ripristinare prontamente la Commissione consiliare mista «che includa anche i rappresentanti del comprensorio, per consentire a tutte le forze politiche cittadine di tenere costantemente sotto controllo la situazione di quella che è la più grande azienda cittadina e il servizio di assistenza più importante del Saronnese. La questione dell’ospedale è un fatto di tale rilevanza che, come abbiamo sostenuto durante la campagna elettorale, i Sindaci, i Consigli Comunali e tutte le forze politiche, siano esse di maggioranza o di opposizione, se ne devono occupare. Non si può, infatti, restare inerti nei confronti di una gestione che ha sempre favorito Busto Arsizio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.