Bersani porta l’assemblea nazionale del Pd a Varese

I vertici del partito hanno deciso di spostare al nord la discussione interna, anche per lanciare un segnale di attenzione di terra leghista

«Le nostre risposte contro la vuota propaganda di Berlusconi e della Lega». Si svolgerà l’8 e 9 ottobre in provincia di Varese, a Malpensa Fiere a Busto Arsizio, la prossima Assemblea Nazionale del Partito Democratico. L’assemblea sarà chiamata a discutere le proposte del Pd sulla riforma fiscale, le autonomie locali e il federalismo, le infrastrutture, le PMI, la scuola, la sanità, l’agricoltura e l’immigrazione. «A Varese – spiega il segretario Pier Luigi Bersani, dopo la decisione presa assieme alla presidente dell’assemblea Rosy Bindi e al vicesegretario Enrico Letta – discuteremo del tradimento del Nord e dell’Italia, a partire da Malpensa, e porteremo al concreto le risposte nostre alla vuota propaganda di Berlusconi e della Lega». Sarà Napoli invece a ospitare l’assemblea successiva, prevista a dicembre, che avrà al centro i temi della sicurezza, il Mezzogiorno, la Pubblica amministrazione, il nuovo welfare, la politica estera e la cultura.

«Siamo orgogliosi che i vertici del PD abbiano deciso di tenere in provincia di Varese, e in particolare a Malpensa Fiere, la prossima assemblea nazionale. Il PD ha il compito di dare all’Italia un’alternativa di sviluppo e di crescita al di là della propaganda della Lega e delle leggi ad personam del partito del premier, e per farlo occorre recuperare il rapporto con il nord dinamico e produttivo a partire dagli argomenti che devono entrare nell’agenda della politica – ha commentato Stefano Tosi, segretario provinciale del Pd -. Bene quindi che si parli di riforma fiscale, di autonomie locali e di federalismo, di infrastrutture, piccole e medie imprese, di agricoltura, senza dimenticare temi scottanti come la scuola e l’immigrazione».  

«È un’ottima notizia. Il segnale è forte e chiaro verso Lega e Pdl: il tempo della propaganda e delle promesse è finito –  ha detto Maurizio Martina, segretario del Pd regionale -. Il tradimento che il centrodestra ha consumato in questi anni verso il nord va smascherato, e il Partito Democratico, anche con questa scelta, conferma il suo grande obiettivo: lavorare per un nuovo progetto paese, parlare concretamente anche al nord, guardare in faccia a bisogni e interessi dei ceti produttivi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.