Cambio al vertice della rete oncologica provinciale

La dottoressa Pinotti succede al professor Dionigi alla guida della rete oncologica che coinvolge tutti gli ospedali nell'assistenza ai pazienti

La dottoressa Graziella Pinotti« Entro un anno, il Dipo dovrebbe entrare a pieno regime » Sono i tempi che si è data la dottoressa Graziella Pinotti, neo promossa direttore di questo dipartimento provinciale dell’oncologia che dovrà, secondo le direttive della Regione, creare una rete di ospedali dove il paziente oncologico troverà la stessa assistenza e identici percorsi terapeutici: « C’è grande attenzione da parte della Regione e del Ministero in questo progetto – spiega il direttore – attenzione e cura perchè si vuole assicurare a tutti i pazienti gli stessi trattamenti ovunque loro risiedano. La "ROL" ( rete oncologica lombarda) mette in rete tutti gli specialisti coinvolti permettendo di accedere a tutte le informazioni per costruire percorsi terapeutici di uguale quelità e livello».

Dopo un avvio di rodaggio e test sotto la guida del professor Renzo Dionigi, il Dipo parte alla costruzione della rete di tutte le unità di oncologia del territorio provinciale e regionale: « A livello locale opera un coordinamento dove siedono tutti i responsabili delle diverse aziende ospedaliere – ha spiegato la dottoressa Pinotti – ora affrontiamo la costruzione concreta della rete. Le linee guida e i protocolli terapeutici sono stati condivisi a livello regionale anche se poi verranno adattati alle singole realtà assistenziali. Si tratta di affinare soprattutto il processo di informazione che dovrà coinvolgere tutti gli specialisti impegnati nel percorso diagnostico e terapeutico di qualsiasi forma tumorale. Nel processo verranno anche coinvolti i medici di medicina generale».

Fino ad oggi, la ROL ha visto attivarsi l’azienda ospedaliera varesina per i tumori della mammella, quelli rari e i melanomi. Ora la sfida è attivarla per tutti i tumori in ogni ospedale con unità oncologiche. Un lavoro che la dottoressa Pinotti si è assunta con la consapevolezza dell’importanza di questa sfida: « Sicuramente è un traguardo importante che si raggiungerà con la collaborazione di tutti gli attori coinvolti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.