Castelli attacca. la Giunta: “Concorso di colpa con Telos”

Intervento del responsabile della lista civica “Diamo più forza all’Italia” sulla vicenda dell’incontro pubblico dedicato all’opuscolo per gli immigrati

«Chiediamo al sindaco di pronunciarsi ufficialmente e senza tentennamenti per la le­galità». Questa la presa di posi­zione di Michele Castelli, della li­sta civica di centrodestra "Dia­mo più forza all’Italia".
A tenere banco sono le polemi­che legate all’incontro pubblico di giovedì scorso all’auditorium Aldo Moro, che l’amministrazio­ne aveva messo a disposizione del Collettivo La Fenice.
In quell’occasione il collettivo ha presentato un vademecum riser­vato agli immigrati. Castelli si ribella: «Se questa pre­sentazione ha potuto avere luo­go in una sala comunale c’è, quanto meno, un concorso di col­pa da parte dell’ ente locale. Ol­tre tutto così si legittimano grup­pi, come Telos, che hanno atteg­giamenti sopra le righe, verbal­mente bellicosi e aggressivi. Il sindaco Luciano Porro deve sgombrare ogni dubbio e chiarire la sua posizione, che sinora è stata sin troppo accondiscenden­te».
«Ben ricordo come nei mesi scor­si, con il sottoscritto che chiede­va interventi, aveva espresso "tolleranza" sui graffiti che tap­pezzano via Milano, dove ha se­de Telos, considerando li alla stregua di opere d’arte e non co­me uno scempio, un pessimo bi­glietto da visita per la città in un luogo di così forte passaggio. Noi invece teniamo all’immagi­ne di Saronno e auspichiamo che entro Natale certe oscenità siano rimosse».
Per l’esponente di "Diamo più forza all’Italia", «Quelle accetta­te dal Comune sono situazioni che favoriscono lo scontro socia­le e un clima di tensione che in­vece noi rifiutiamo, come rifiu­tiamo ogni genere di contrappo­sizione che non tenga conto del­la legalità. Siamo per la libertà, ma sempre nel rispetto della leg­ge e siamo convinti che questo sia ciò che pensa la maggioran­za dei saronnesi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.