Cento domande per l’auto “con la coscienza pulita”

C'è tempo fino al 31 dicembre per fare richiesta per gli incentivi riservati a chi acquista auto elettriche (anche ibride), a metano o GPL, o trasforma il motore

Sono poco più di un centinaio le domande di contributo pervenute dal 15 settembre per l’installazione sulle autovetture di impianti di alimentazione a metano o GPL e per l’acquisto di autovetture nuove elettriche, alimentate a metano e alimentate a GPL.
Un’iniziativa che sta riscontrando interesse da parte degli automobilisti bustocchi intenzionati a contribuire a ridurre le emissioni inquinanti.
Hanno diritto all’assegnazione del contributo le persone fisiche che dal 30 luglio al 31 dicembre 2010 abbiano acquistato, o intendano acquistare, auto ecologiche o che abbiano già installato o vogliano installare impianti a GPL o metano. Sono escluse le persone giuridiche ad eccezione dei taxisti.
Le domande (moduli e allegati sul sito www.comune.bustoarsizio.va.it e all’Ufficio Relazioni con il Pubblico) potranno essere presentate fino al 31 dicembre.
A disposizione, ci sono ben 160.000 euro e i contributi vanno da 500 a 1.500 euro a seconda dei casi: la cifra massima viene assegnata a chi acquista un’auto ecologica nuova e rottama autovetture Euro 0, 1 e 2.
Molto importante, è ammesso il cumulo con altri contributi e altre forme di incentivazione, sia di origine pubblica che privata.

In seguito ad alcune richieste di chiarimento e per meglio specificare la tipologia di autovetture nuove per le quali possa essere erogato il contributo previsto nel bando, Palazzo Gilardoni precisa che per autovettura nuova elettrica, di cui ai punti C e D del bando, si deve intendere veicolo con propulsione mosso da energia elettrica, a cui può essere eventualmente abbinato un propulsore termico (nel linguaggio corrente tali veicoli sono denominati “ibridi”), sia nel caso che tale motore serva per la ricarica delle batterie, sia nel caso risulti collegato agli organi di trasmissione del motore.
Alla campagna hanno aderito alcune autofficine che hanno concordato con l’Amministrazione un listino di prezzi massimi applicabili per la trasformazione delle auto a Gpl o metano: sul sito l’elenco completo e aggiornato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.