Conservare, documentare, esporre

Il museo della Società Gallaratese per gli Studi Patri presenta i lavori prodotti dagli studenti della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano

Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2010 la Società Gallaratese per gli Studi Patri organizza, in collaborazione con il Politecnico di Milano, una mostra dal titolo “Conservare, documentare, esporre. Il museo della Società Gallaratese per gli Studi Patri tra memoria e trasformazione”. Sarà esposta per l’occasione una sintesi dei lavori prodotti dagli studenti della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, nei laboratori didattici di Diagnostica ed Integrato, che hanno avuto come tema la riqualificazione del museo gallaratese.
Le esercitazioni didattiche hanno preso avvio dalla reale esigenza di riqualificazione della struttura, che si connota come un bene culturale contenitore di beni culturali, a cui la Società sta da tempo pensando. L’esigenza di rinnovare gli allestimenti e di adeguare gli spazi alle esigenze di un museo moderno ha costituito il punto di partenza per un’approfondita attività di rilievo e di studio dell’edificio anche in rapporto ai requisiti dettati dalle normative e dai bisogni dell’utenza. Da qui gli studenti hanno sviluppato ipotesi di intervento che costituiscono interessanti suggestioni progettuali intorno alle quali ci sarà l’occasione di dibattere e di confrontarsi.
 
Inaugurazione venerdì 24 settembre alle ore 18.00, a seguire dibattito alle ore 21.00.
 
Data Inizio:24 settembre 2010
Data Fine: 03 ottobre 2010
Gallarate, Museo archeologico storico artistico della Società Gallaratese per gli Studi Patri
Orario: 10.00-12.00 Mart.-Dom., 15.00-18.00 Sab.
Telefono: 0331 795092
 
Gallarate, Museo archeologico storico artistico della Società Gallaratese per gli Studi Patri
Via Borgo Antico

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.