Cresce l’associazione nazionale delle “Città dei Liquori”

La seconda Assemblea Nazionale della Licor si è tenuta sabato a Rossano: approvata la proposta di utilizzare un negozio in Piazza Navona a Roma per promuovere i prodotti

Licor, il logoLa seconda Assemblea Nazionale ordinaria dell’associazione Licor “Città dei Liquori, rosoli e spiriti d’Italia” si è tenuta sabato 25 settembre 2010 nella sala Giunta del Comune di Rossano, presieduta dal Presidente Nazionale Pierluigi Gilli, in presenza dei rappresentanti dei Comuni di Antrodoco (Rieti), Muccia (Macerata), Civitavecchia (Roma), Saronno (Varese), Torreglia (Padova), Pievebovigliana (MC) e Rossano (CS).
L’ associazione delle Città dei liquori, rosoli e spiriti d’Italia si è costituita a Saronno il 23 maggio 2009 per dare vita ad una rete nazionale delle città dove tradizionalmente si è sviluppata una significativa attività di produzione di liquori, vini liquorosi, cordiali, rosoli e spiriti come elemento caratteristico del territorio. Dell’associazione fanno parte anche i Comuni di Benevento, Pisticci (Matera), Bormio (Sondrio), Spilamberto (MO) e Tramonti (Salerno) assenti, in questa occasione, per motivi istituzionali.
I Comuni del sodalizio rappresentano le sedi dove si producono i liquori più famosi e tradizionali d’Italia fra cui lo Strega, la Sambuca Molinari, l’Amaretto di Saronno, l’Amaro Lucano, il liquore di liquirizia Amarelli, l’Anice Varnelli, il Mistrà Pallini, l’Amaro Braulio, il Maraschino Luxardo, il liquore “Concerto”.

L’Assemblea ha approvato all’unanimità i verbali della seduta precedente, l’adesione nel del Comune di Tramonti (SA) con il liquore “Concerto” e l’adesione dal 1° gennaio 2011 del Comune di Ascoli Piceno con il suo liquore “Anice Meletti”. Il Presidente Gilli, in rappresentanza del Comune di Saronno, ha letto la relazione annuale sulle attività svolte dall’associazione, approvata all’unanimità. Dopo un’ampia discussione è emersa la volontà di ampliare la visibilità delle iniziative che compie l’associazione e quella di tenere una prossima iniziativa di promozione dei liquori ad Antrodoco (Rieti), nel luglio 2011, nonché di utilizzare un negozio in Piazza Navona a Roma, messo a disposizione da Res Tipica, per la conoscenza della propria mission.
Nel pomeriggio, nella splendida cornice del Teatro Paolella, il convegno con l’importante testimonianza di Pina Amarelli, dell’omonima azienda locale produttrice della liquerizia e del liquore alla liquerizia, il cui splendido museo è stato visitato con ve- ro interesse dai delegati dei Comuni Soci, i quali hanno approfondito l’idea di costituire anche una rete dei musei di azienda dedicati alla fabbricazione dei liquori.
“Costruire rapporti di collaborazione con Organismi, Enti, Istituzioni conosciuti a livello europeo – hanno dichiarato il Sindaco di Rossano Franco Filareto e l’assessore Antonella Converso – che perseguano il medesimo fine, promuovendo le specificità dei propri territori è un’aspirazione che abbiamo avuto nell’Amministrazionee e che abbiamo tramutato in realtà: Rossano è tra i soci fondatori di Licor”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.