Delitto Catic, 3 ore in aula per ascoltare i periti

Il gup Giuseppe Fazio ha ascoltato i consulenti a cui il giudice aveva affidato due distinte perizie

E’ durata tre ore, questa mattina, l’udienza del processo contro Andrea Bacchetta e Jacopo Merani, accusati di aver ucciso l’amico Dean Catic e di averlo seppellito in giardino. Il gup Giuseppe Fazio ha ascoltato i periti a cui il giudice aveva affidato due distinte consulenze; una prima perizia  volta a chiarire la dinamica delle coltellate inferte alla vittima, e una seconda perizia che verte sulla presunta seminfermità mentale, al momento del delitto, di Jacopo Merani.  
I periti, interrogati in aula dalla parti, hanno confermato quanto emerso nelle loro relazioni. Da un lato non è chiaro se le coltellate siano state sferrate da mani diverse, mentre in ordine allo stato mentale di Merani si può ipotizzare una compromissione della capacità di intendere e di volere. Soprattutto quest’ultima conclusione potrebbe aprire la strada a uno sconto di pena.
Una possibilità che viene accolta con preoccupazione dalla famiglia della vittima. Il fratello e i genitori di Dean hanno manifestato in mattinata davanti al tribunale indossando una maglietta con impressa la foto del ragazzo ucciso e la parola "giustizia!". E’ stato fissato il calendario delle udienze, la sentenza potrebbe arrivare il 3 febbraio. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.