Documenti falsi, finiscono al giudizio per direttissima

Due arresti, nel pomeriggio di ieri, a Rho e Baranzate, con il comune denominatore della falsificazione di documenti d’identità

Due arresti, nel pomeriggio di ieri, a Rho e Baranzate, con il comune denominatore della
falsificazione di documenti d’identità. In manette sono finiti: V.I., 34enne romeno e J.O., 42enne senegalese, clandestino, entrambi senza fissa dimora e pregiudicati.
Il primo è stato fermato dai Carabinieri del Nucleo Fiera mentre si aggirava all’interno della
stazione metropolitana e trovato in possesso di carta d’identità e patente di guida rilasciati dall’Autorità romena risultati contraffatti; una carta regionale dei servizi rilasciata dalla Regione Lombardia, asportata lo scorso luglio ad un 25enne operaio di Paterno Dugnano.
Subito arrestato, dovrà quindi rispondere di falso e ricettazione.
Stessa sorte è toccata al 42enne senegalese: controllato nella via Gorizia di Baranzate e
sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso di:
un permesso di soggiorno; 4 passaporti e 2 carte d’identità rilasciati da Autorità africane, sui quali aveva apposto la propria fotografia, tutti documenti risultati palesemente falsificati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.