Festa tricolore per i vent’anni della “Corgeno”

Fine settimana con i campionati italiani di sedile fisso sul lago di Comabbio. In palio anche il Trofeo Senigaglia, quasi 400 gli equipaggi iscritti

corgeno canottaggioC’è grande soddisfazione nel piccolo e grazioso borgo di Corgeno, frazione di Vergiate affacciata sul bel lago di Comabbio. In questo primo fine settimana di settembre infatti sullo specchio d’acqua va in onda la 58a edizione dei campionati italiani di canottaggio a sedile fisso, meglio definiti "di Jole lariane ed Elba", ma l’occasione è buona anche per festeggiare i vent’anni di attività della Canottieri Corgeno, uno dei tanti club che mettono la Provincia di Varese al centro dell’attività remiera nazionale.
Non è un caso che alla presentazione dei campionati siano intervenuti il presidente federale Narcisio Gobbi e quello della Provincia Dario Galli, ognuno a suo modo soddisfatto per un campo di gara ormai abituato a questi appuntamenti. Corgeno ha infatti ospitato, con il 2010, ben 14 edizioni dei tricolori negli ultimi 19 anni e, come ha sottolineato il presidente del Coni varesino Fausto Origlio: «queste manifestazioni non si regalano. Se vengono quasi sempre organizzate qui, vuol dire che anche in campo organizzativo il movimento locale ha espresso dirigenti di altissimo livello». Parole d’oro per il presidente Graziano Magni e per il suo vice Giovanni Marchettini, che è anche consigliere federale: ora tocca alla loro società mantenere le premesse ma l’esperienza degli scorsi anni fa credere a un’altra edizione importante e senza intoppi.
trofeo sinigagliaAnche per questo la partecipazione agli assoluti è in continua crescita, nonostante la specialità del sedile fisso sia limitata a tre regioni (Lombardia, Piemonte e Liguria) e a poche province. Saranno infatti ben 366 gli equipaggi in gara da sabato (batterie al mattino, recuperi al pomeriggio) a domenica (finali, a partire dal mattino presto), una trentina in più della scorsa edizione quando fu la varesina Renese a fare la parte del leone con 7 ori, uno in più del Germignaga, e la vittoria nell’ambitissimo Trofeo Senigaglia che è una sorta di scudetto per il sedile fisso.
Anche quest’anno gli equipaggi di Reno (frazione di Leggiuno affacciata sul Verbano) sono i favoriti per il "Senigaglia" ma la concorrenza è agguerrita visto che proprio Corgeno, nell’ultima regata nazionale disputata in casa, ha sfiorato la vittoria di squadra.
«Parliamo spesso del lago di Varese perché è quello che ospita le società maggiori e perché tocca il capoluogo – ha ricordato così Dario Galli – ma anche questo bacino e quello di Monate hanno tutte le carte in regola per dare vita a un vero e proprio circuito provinciale per il canottaggio. Lo sport resta un grande volano per la promozione territoriale e noi continuiamo a puntare su ciò». Galli, affiancato dal sindaco di Vergiate Alessandro Maffioli, dall’assessore De Bernardi Martignoni e da Paola Della Chiesa dell’agenzia del turismo, trova una sponda importante nel presidente federale Gobbi: «Questa provincia pensa davvero allo sport come a una risorsa, perché ha capito l’importanza del canottaggio e dello sport per l’indotto che crea».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.