Fondazione Montevecchio, Macchi chiede le dimissioni di Paccioretti

Il consigliere del PdL chiede di "non buttare al vento il buon lavoro svolto dalla Fondazione". La condizione è che si dimetta il presidente indicato dal centrosinistra

Si riaccende lo scontro sulla Fondazione Montevecchio e sui suoi vertici: a chiedere le dimissioni del presidente Emilio Paccioretti è Luca Macchi, che invita anche il centrosinistra a sconfessare il presidente. “Quando se ne esce con la frase “ sono il presidente di tutti”, dice una bestialità, un’affermazione grave e irrispettosa verso la città di Samarate”, attacca il consigliere comunale del PdL.

“Sono d’accordo con Emilio nel dire che il presidente della fondazione Montevecchio debba esprimere la condivisione di tutti, ma se non si trova questa persona, allora lui deve rispettare la democrazia. E la democrazia ( cioè il voto dei cittadini) ha detto in modo chiaro ( 59%) che la politica di Solanti è stata bocciata e con lui tutti gli uomini di sua nomina. Allora è proprio a chi ha voluto salvare la faccia all’ex assessore Paccioretti, cacciato dalla ex maggioranza di centro sinistra , che mi rivolgo. Spieghi Solanti a Paccioretti che in politica bisogna avere un minimo di dignità. Sia Solanti ad invitare Paccioretti a dare le dimissioni da un posto che non può più essere il suo per esplicita richiesta dei cittadini di Samarate”. Da Macchi arriva anche un richiamo “a tutti i moderati presenti in consiglio comunale ( Samarate città Viva e IDV)”: “si chieda a Paccioretti di rispettare la volontà dei cittadini e di dare le dimissioni da presidente della fondazione. Il rispetto del voto dei cittadini èuna questione di etica politica”.

Se l’idea stessa della Fondazione e il giudizio sul suo operato avevano diviso le forze politiche alle elezioni, dopo il voto la maggioranza di centrodestra ha corretto la sua posizione, riconoscendo il valore del lavoro svolto e i risultati già ottenuti. Ora Macchi chiede anche agli altri membri del Consiglio di Amministrazione di prendere posizione e appoggiare la richiesta di dimissioni del presidente, per garantire comunque la prosecuzione dell’esperienza della Fondazione; in alternativa l’esponente del centrodestra chiede allo stesso CdA di dimettersi. “Se Paccioretti tiene al lavoro svolto da queste persone – continua Macchi – rispetti la democrazia e dia le dimissioni. Che non sia l’arroganza politica di una sola persona a provocare una reazione negativa capace di buttare a mare tanto lavoro.Questo è l’invito di uno che da qualche mese difende i risultati del lavoro svolto in Villa Montevecchio, questo è l’invito di un consigliere che si augura che tanti sacrifici non debbano essere gettati al vento per la cocciutaggine di una sola persona”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.