Galli replica: “Attacchi stucchevoli”

Il presidente della provincia risponde alle critiche del Pd e spiega perché non ha fatto ricorso contro gli aumenti anas

«Non c’è peggior sordo di non vuol sentire – ha dichiarato il Presidente della Provincia Dario Galli a proposito delle dichiarazioni rilasciate dagli esponenti del Pd al casello autostradale di Gallarate – La questione è stata ben spiegata in questi giorni e altrettanto bene è stato spiegato il motivo per cui il ricorso non si poteva fare. Rileviamo poi che il Pd continua a scimmiottare la Lega, come ad esempio la manifestazione al casello di Gallarate, con ben 20 anni di ritardo. Peccato anche per questi continui, immotivati, stucchevoli attacchi personali. In futuro, forse, qualche contatto avremmo anche potuto averlo. Con questi personaggi, evidentemente, non sarà possibile».
Il Presidente Galli ha poi chiarito che «Provincia di Varese ha già provveduto a inviare una lettera indirizzata a Anas, Autostrade per l’Italia, Ministro dei Trasporti e Regione Lombardia, in cui si chiede di considerare “raccordo” il tratto della Milano – Laghi da Varese a Lainate e sta mettendo a punto il ricorso da presentare per l’abolizione del casello di Gallarate».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.