Giornata del Cuore: cardiologie aperte domenica 26

Il 26 settembre nelle unità cardiologiche del'ospedale di Circolo a Varese e dell'Humanitas Mater Domini a Castellanza si svolgeranno visite specialistiche gratuite. Necessaria la prenotazione

In occasione della giornata mondiale per il cuore, domenica 26 settembre, l’U.O. Cardiologia 1 dell’Ospedale di Circolo, diretta dal prof. Jorge Salerno Uriarte, organizza Cardiologie aperte. Dalle 9.00 alle 19.00, i cardiologi saranno disponibili per fornire ai cittadini informazioni sulle malattie cardiovascolari in tema di prevenzione e per effettuare visite e consulenze cardiologiche gratuite (misurazione della pressione arteriosa, ECG, …).
Chi fosse interessato, può recarsi negli ambulatori di cardiologia al secondo piano del Padiglione centrale dell’Ospedale di Circolo di Varese.

Visite gratuite anche all’Humanitas Mater Domini. Cardiologi e infermieri saranno a disposizione dei cittadini per informarli e renderli consapevoli del rischio cardiovascolare e sensibilizzarli nei confronti delle emergenze cardiache.

Presso Humanitas Mater Domini gli specialisti dell’Unità Operativa di Cardiologia diretta dal dr. Francesco Cafiero saranno a disposizione dei cittadini dalle 9.00 alle 12.00. Sarà possibile effettuare una visita cardiologica ed un elettrocardiogramma (a numero chiuso per 30 persone, previa prenotazione telefonica).
 
La partecipazione è gratuita. E’ sufficiente presentarsi in Humanitas Mater Domini (via
Gerenzano, 2 – Castellanza, VA) dalle 9.00 alle 12.00. A tutti i partecipanti sarà distribuito
materiale informativo redatto dagli specialisti di Humanitas Mater Domini.
IMPORTANTE: E’ necessaria la prenotazione telefonica al n. 0331 476168 (dal lunedì al
venerdì dalle 14.00 alle 16.00 a partire da lunedì 13 settembre, fino ad esaurimento posti). La prenotazione assicura l’esecuzione della visita, non l’ordine di accesso.

 

“Prenditi cura del tuo cuore. Sempre… in ogni luogo e in ogni momento” è il tema di
quest’anno. Obiettivo, focalizzare l’attenzione sull’importanza della responsabilità individuale e invitare il singolo individuo a conoscere e difendere la salute del proprio cuore regolarmente nel corso delle attività quotidiane. Con l’aumentare dell’età, infatti, il cuore ed i vasi sanguigni, diventando meno reattivi allo sforzo e ad altri stimoli, possono essere più esposti allo sviluppo di malattie. Uno stile di vita sano rimane il migliore alleato del nostro cuore: se non si fuma, si mangia in modo equilibrato e si pratica un’attività fisica regolare, il rischio di infarto si riduce.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.