“Giustizia in sei atti”: e il magistrato fa scuola a suon di musica

Venerdì 1° ottobre Gherardo Colombo, ex pm di Mani Pulite, incontrerà al Teatro Manzoni i ragazzi dei licei Candiani e Tosi in occasione di uno specialissimo concerto della Filarmonica Santa Cecilia di Sacconago

Per la prima volta nella sua storia, la Filarmonica Santa Cecilia di Sacconago di Busto Arsizio è lieta di annunciare un concerto con la presenza e la collaborazione dell’ex Pm di Mani Pulite, Gherardo Colombo.
Il concerto, intitolato “Giustizia in sei atti”, avrà luogo presso il Cinema-Teatro Alessandro Manzoni di Busto Arsizio, venerdì 1 ottobre 2010, alle ore 20.45 e sarà ad ingresso gratuito.

«Voglio incontrare i giovani e spiegare loro il senso della giustizia»
affermò l’ex Magistrato della Repubblica annunciando la conclusione della sua carriera.
Grazie a queste motivazioni la Filarmonica di Sacconago ha deciso di apportare la propria collaborazione con la speranza che la musica, un linguaggio universale, possa raggiungere più facilmente il cuore e la mente delle nuove generazioni.
L’evento coinvolgerà direttamente le classi 4e e 5e del liceo Artistico Statale Paolo Candiani (diretto dal preside Andrea Monteduro) e del liceo Scientifico Statale Arturo Tosi (sotto la direzione del preside Giulio Ramolini) di Busto Arsizio.
I ragazzi del liceo Artistico sono stati coinvolti per la realizzazione della scenografia e della scenetta iniziale (tratti di vita quotidiana – dal salumiere, dall’idraulico e dal banchiere – ispirati alle prime pagine del libro “Sulle Regole” di Colombo) che darà il via allo spettacolo; gli alunni del liceo Scientifico leggeranno i testi durante l’evento.
La serata sarà suddivisa in sei momenti (corrispondenti alle sei domande alle quali il Magistrato dovrà rispondere), focalizzati su particolari argomenti nel campo della legge e del diritto. Nello specifico verranno affrontati i seguenti campi: giustizia e diritto da suddito a cittadino; giustizia e diritti personali negati; partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica; giustizia e diritto al lavoro; giustizia e diritto alla vita; dignità e valore della persona.

Ognuno di questi momenti di riflessione sarà accompagnato da due brani musicali eseguiti dalla Filarmonica attinenti alla tematica toccata: il repertorio varia da composizioni classiche come il “Dies Irae” di Giuseppe Verdi alla musica pop come “La forza della vita” di Paolo Vallesi; in totale verranno eseguiti 12 brani, più il brano che accompagnerà la scenetta iniziale ovvero “Money” dei Pink Floyd.
“Le regole possono davvero essere condivise da tutti se non derivano dai cittadini ma dall’alto (Dio, re, imperatore, dittatore)?” oppure “è giusto che una legge possa spingersi a chiedere la soppressione della vita anche se il ‘colpevole’ ha violato a sua volta la vita altrui?” sono solo due esempi delle scottanti questioni che saranno poste durante l’evento.
I biglietti sono reperibili gratuitamente presso i seguenti riferimenti a Busto Arsizio: Colorificio S.Michele (via Quintino Sella 18); Cartoleria Ul Cartè (via P.R. Giuliani); Comunità Missionarie Laiche (via Asmara 4).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.