Il consiglio approva: “Si alla commissione”

Il testo approvato all'unanimità prevede la creazione di un gruppo di lavoro presieduto dal sindaco che prepari gli obiettivi della commissione. Soddisfatti Pdl e Democratici, meno la Lega che già propone uno sportello anti-racket

Il consiglio comunale di Lonate Pozzolo ha votato, ieri sera martedì, all’unanimità la formazione di un gruppo di lavoro per creare una commissione che promuove i comportamenti legali e contro ogni tipo di criminalità organizzata. Entro l’11 ottobre, recita la mozione approvata, i gruppi consiliari dovranno indicare uno o due membri che dovranno far parte del gruppo di lavoro che sarà presieduto dal sindaco o da un suo delegato. Il gruppo si avvarrà della struttura comunale e dell’assessorato alla cultura per le iniziative.

E’ questo il testo condiviso da Pdl, Democratici Uniti e Lega Nord che ha ricevuto l’approvazione da parte di tutti i consiglieri. A presentare la mozione, inizialmente, è stato il consigliere comunale Nadia Rosa dei Democratici Uniti come frutto di una mediazione tra tutti e tre i gruppi consiliari ma in consiglio la Lega Nord ha presentato alcune modifiche che sono state accolte in parte (inizialmente il gruppo di lavoro doveva essere presieduto dall’assessore alla cultura, poi si è deciso per il sindaco). Il gruppo di lavoro dovrà definire i compiti della commissione e stabilire quali proposte portare avanti. L’impostazione richiesta da Democratici Uniti e Pdl prevede la creazione di una barriera culturale contro li comportamenti mafiosi o che favoriscono la mafia: «Dobbiamo promuovere una cultura della legalità e isolare chi porta avanti comportamenti mafiosi – ha detto Giacomo Buonanno dei Democratici Uniti – questo lavoro culturale deve essere indirizzato sia verso i giovani che verso gli imprenditori».

Secondo la Lega Nord serve una commissione più operativa e Armando Mantovani pensa già ad uno sportello anti-racket: «Lo proporremo nel gruppo di lavoro – fa sapere a margine del consiglio – non possiamo pensare solo al problema culturale, noi dobbiamo dare dei punti fermi ai lonatesi onesti che vogliono denunciare». La Lega aveva proposto anche l’inserimento di un carabiniere, dell’assessore alla sicurezza e di un rappresentante dei commercianti all’interno del gruppo di lavoro ma l’impostazione non è stata accolta con favore dagli altri due gruppi: «Lasciamo lavorare i magistrati e le forze dell’ordine – hanno detto i capigruppo di democratici Uniti e Pdl – non possiamo sovrapporci con organismi paralleli, non è compito nostro». Il sindaco Gelosa ha proposto una sospensione per dare la possibilità ai capigruppo di riunirsi e uscire con un testo condiviso che poi è stato votato all’unanimità dall’assemblea. La prossima tappa, dunque, sarà l’11 ottobre per conoscere quali saranno i membri indicati per far parte di questo organismo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.