“La città che vogliamo” e gli esempi di Saronno e Vanzaghello

La giornata di incontri e festa di Manifattura Cittadina, intenzionata a seguire la strada delle liste civiche già battuta con soddisfazione in altre realtà

Dopo la serata-nostalgia dedicata alla Busto che fu, il momento di affrontare i nodi quella presente e futura. La "Fiera della Città che vogliamo" di Manifattura Cittadina è stato momento d’incontro e confronto anche con le consimili esperienze di liste civiche "viste da sinistra". Oltre ai momenti di intrattenimento musicale (fra i complessi, i Beans Bacon & Gravy, già apprezzati ad Anche Io, la festa di Varesenews ), ai giochi per i bambini, in matttinata la tavlta rotonda con l’intervento di esponenti della politica locale da Saronno (Angelo Proserpio, capogruppo di Tu@ Saronno), da Vanzaghello (il vicesindaco Torretta), e ancora una rappresentanza da Fagnano, a lungo governata dal centrosinistra. Tutte esperienze "civiche" di cui Manifattura Cittadina segue con interesse l’esempio. «Ci hanno raccontato le loro esperienze, ci siamo confrontati sulle proposte, che poi non sono strabilainti e stravaganti, ma concrete e semplici: ci danno la conferma che battiamo una stessa pista e ci incoraggiano ad andare avanti su questa strada» così Piero Tosi per l’associazione. Intorno, nella sala del cortile di via Pozzi ottenuta "all’ultimo momento" grazie alla parrocchia di san Giovanni per ripararsi dalla pioggia, tabelloni tematici, un manualetto sull’urbanistica ("non più sudditi, ma consapevoli") che spiega aspetti e linguaggio della materia, decisamente ostica per i non addetti ma su cui il gruppo insiste. Due i punti programmatici sul Piano di Governo del Territorio sui quali chiede l’assenso delle opposizioni: che l’amministraqzione, considerando i cittadini esperti del territorio in cui vivono, attivi spazi di partecipazione in cui essi possano fare scelte sulle trasformazioni urbane; che ci si ponga l’obiettivo, a livello comunale, di ridurre drasticamente l’impronta ecologica urbana adottando opportune misure per la riduzione a monte del consumo di materie ed energia e della produzione di rifiuti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.