La musica apre gli “Incontri d’autunno”

Giovedì 16 il cortile del Municipio ospita la Coloured Swing Band, venerdì 17 spazio all'antico organo Mascioni. Nelle settimane successive spazio a Innocente Salvini e a un ristorante storico

Sono ormai una piacevole abitudine gli incontri proposti, in primavera e in autunno, dalla Biblioteca civica di Gemonio e dalla Commissione cultura del Comune.
Il primo appuntamento di questa tornata autunnale è dedicato alla musica: giovedì 16 settembre dalle 21 si esibirà infatti nel cortile del Municipio (via Rocco Cellina) la Coloured Swing Band che proporrà un lungo programma con brani di Duke Ellington, Henry Mancini e tanti altri ancora. La "Band", nata nel 2005 a Comerio, è formata da una ventina di elementi e proporrà la propria "guest star" Annalisa Sacchezin, già corista a livello internazionale che vanta collaborazione con gruppi come i Dirotta su Cuba o i Sottotono. In caso di cattivo tempo l’esibizione si terrà nel salone dell’oratorio Don Bosco in piazza Vittoria e al termine del concerto ci sarà un rinfresco offerto dalla Commissione Cultura. Durante la serata sarà anche possibile visitare il Museo Bodini che dista dal Municipio poche centinaia di metri.
innocente salviniIl giorno successivo, venerdì 17, sarà invece la chiesa parrocchiale di San Rocco e dell’Addolorata ad ospitare il concerto intotolato "L’organo italiano del ‘900 tra Vetera et Nova" che vedrà impegnato il maestro Emanuele Carlo Vianelli sullo storico strumento "Mascioni" che da oltre un secolo accompagna le cerimonie religiose. Il concerto (ore 21) fa parte della 30a edizione della rassegna provinciale "Antichi Organi" ed è inserita anche negli appuntamenti per il cambio del parroco.
Venerdì 24 settembre invece toccherà al Museo-Mulino Salvini ospitare la serata dedicata a "Il colore per me è come un delirio", il volume recentemente pubblicato dall’editore Alberti di Verbania e dedicato ai carteggi tra Innocente Salvini e Siro Penagini, studiato e riscoperto da Serena Contini. nel corso della serata saranno anche proiettati alcuni filmati che vedono protagonista il grande pittore-mugnaio.
Il terzo appuntamento è invece datato giovedì 30 settembre e coinvolgerà un ristorante che nel passato è stato un vero e proprio punto di riferimento per la comunità. Stiamo parlando dell’attuale "San Pietro" che forse è più noto con il nome originale "Ristorante Vedani" che vanta una storia ormai ultracentenaria. Nel corso dell’incontro verranno proiettate immagini storiche e spezzoni di film a tema culinario curati da Giada Stoppa e Carla Ventura mentre l’accompagnamento musicale è affidato a Giuseppe Amoruso e Oliviero Pari. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.