“Le assenze nel PdL, un segnale chiaro”

I consiglieri di Sinistra e Libertà nei "parlamentini" commentano il voto contrario al Pgt: "Un no chiaro, l'assessore all'urbanistica ne tenga conto"

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento dei consiglieri di circoscrizione di Sinistra e Libertà sul voto contrario espresso da tre "parlamentini" al Pgt.

Le circoscrizioni Centro e Cascinetta/Cajello bocciano il PGT. A Cedrate/Sciaré 3 voti a favore e 3 contro. Sinistra e Libertà, PD e Lega votano contro. Ma, a sorpresa, anche esponenti del PdL sono contrari. Oppure sono assenti, contribuendo così alla bocciatura.
Certo le circoscrizioni esprimono solo un parere, ma il segnale è chiaro. Neppure a tutto il PdL il costruendo PGT piace. Né piace la fretta e la scarsa partecipazione promossa.
Ora non siamo così ingenui da pensare che chi nel centrodestra ha votato contro si sia improvvisamente convertito agli interessi pubblici e alla difesa del verde e del suolo cittadino. Non avrebbero votato anche altri provvedimenti urbanistici, buoni ultimi i piani di recupero dei mesi scorsi. Le divisioni nel PdL sono forse una motivazione migliore per capire il voto contrario, anche se il gossip politico pone quei consiglieri non fra i finiani (che invece approvano il PGT… non fosse che poi tocca abbandonare le poltrone in giunta a Gallarate o in Provincia) ma fra i sostenitori di Formigoni, cellini insomma.
Due considerazioni allora.
Bene il voto contrario, giacché la proposta di PGT cancella il poco suolo verde rimasto, lascia costruire ovunque centri commerciali, non risolve il problema delle case popolari lasciate alla buona volontà del privato (e comunque cacciate in periferia, vicino a zone industriali o di sviluppo logistico, con addirittura la presenza di un elettrodotto che taglia diagonalmente un’area dove costruirle). Ma la contrarietà dei pidiellini dissenzienti non diventi semplice occasione di scambio e ricatto tutto interno alla maggioranza.
L’assessore all’urbanistica Massimo Bossi rispetti le istituzioni, circoscrizioni comprese. Di fronte a un loro no, non si può che riragionare le proposte urbanistiche con la città tutta, non solo all’interno della maggioranza, come ha dichiarato. La contrarietà non è emersa in un direttivo di partito, il che gli avrebbe permesso di chiarire fra le stanze chiuse della sede di Forza Italia; il voto contrario è stato espresso in una sede istituzionale che rappresenta i cittadini gallaratesi. Ai cittadini dunque è tenuto a chiarire e a spiegare. Con i cittadini è tenuto a confrontarsi.
 
Roberto Abelli consigliere circoscrizione Cascinetta-Cajello
Camilla Colombo consigliera circoscrizione Centro
Cinzia Colombo consigliera comunale
Sinistra Ecologia Libertà

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.