Legambiente: “Listati a lutto per la morte di Vassallo”

L'uccisione del sindaco ambientalista ha scosso anche il locale circolo del Cigno Verde che chiede ai cittadini bustocchi di esporre un segno di lutto nel giorno dei funerali

Legambiente Busto Arsizio esprime, in una nota, la sua vicinanza alle battaglie del sindaco di Pollica Angelo Vassallo barbaramente ucciso domenica scorsa a colpi di pistola.

Carissime e carissimi, il richiamo alla realtà dopo la pausa estiva è stato brutale e drammatico.

L’assassinio del Sindaco di Pollica ci ha colpito per aver tolto a Legambiente un interlocutore importante nella difesa dell’ambiente e del territorio, un amico per chi lo conosceva bene, e per aver lanciato un segnale esplicito a chi, come amministratore, vuole tutelare prima di tutto il bene comune e difendere gli interessi collettivi.

Per Legambiente, in occasione dei funerali del Sindaco Vassallo, sarà una giornata di lutto e di denuncia della violenza assassina che colpisce le figure migliori del nostro Paese.
Come avverrà in tante sedi di Legambiente, vi chiediamo di esporre all’esterno delle sedi le nostre bandiere listate a lutto e di segnalare sulla stampa e attraverso i vostri canali di comunicazione la gravità dell’episodio.

Lo sappiamo bene: la Lombardia non è né esente né immune da interessi illeciti e mafiosi. Per questo, far sentire la nostra voce è importante e necessario per tenere alta la bandiera della legalità che agitiamo da tempo con sempre maggior convinzione. Combattiamo il silenzio, alleato involontario del crimine.

Anche presso la sede di Legambiente Busto Arsizio sarà esposta una bandiera listata a lutto. Chiediamo ad ogni persona animata da sentimenti pacifici e sociali un minuto della giornata di venerdì per riflettere e commemorare Angelo, le cui esequie avranno luogo alle ore 11 a Pollica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.