Lilly Gregori in concerto

Si terrà il 26 settembre prossimo a Palazzo Verbania

Un concerto imperdibile, quello organizzato dalla Città di Luino, che si terrà il 26 settembre prossimo presso Palazzo Verbania alle ore 21. Il” Lilly Gregori Jazz Quartet” ha il piacere di proporre il concerto “LILLY IN MONK”, un omaggio al geniale pianista THEOLONIOUS MONK (Rocky Mount-Carolina del Nord 1917,Weehawken-New Jersey 1982) , autore di circa 60 composizioni, rappresentante di una parte fondamentale del jazz moderno e dell’epoca Bebop.

THEOLONIOUS MONK:
Iniziò a suonare fin dall’adolescenza,alla fine degli anni’30 fece parte della formazione del Minton’s ponendosi come uno dei principali fondatori delle session sperimentali del Bebop.
A 19 anni scrisse uno dei suoi capolavori “Round about Midnight” dove la concezione melodica ed armonica risulta molto avanzata.
Si affiancò a sassofonisti del calibro di John Coltrane, Sonny Rollins, Charlie Rouse ed altri.
Il linguaggio anticipatore di Monk venne concepito nel periodo Bebop ma fu pienamente accettato solo nel periodo successivo, il periodo dell’Hardbop, dove le composizioni spigolose del pianista si adattavano perfettamente alla nuova scuola.
In verità Monk intraprese la sua strada senza condizionamenti esterni, elaborando uno stile pianistico particolarissimo in cui l’uso si strutture musicali asimettriche, con scale ed accordi alterati, ritmi ed accenti strani, unito a frequenti dissonanze e a un timbro percussivo e metallico dovuto alla percussione dei tasti del pianoforte con le dita tese sono solo alcune delle geniali caratteristiche di un solista e compositore tra i più importanti della storia del jazz.

IL BEBOP:
Rappresenta la svolta moderna e non commerciale del jazz afroamericano.
Si sviluppò tra gli anni ’40 e ’50 ad opera di musicisti come Theolonious Monk, Bud Powell,
Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Max Roach.
Il termine onomatopeico Bebop ha l’accento sulla seconda sillaba; parallelamente il fraseggio bebop si sviluppa con le note ed il ritmo in questa direzione.
Con l’avvento del bebop l’uso degli strumenti si fa più libero e spregiudicato: la batteria scandisce il tempo privilegiando l’uso de piatto , utilizzando il charleston in levare e proponendo un continuo interscambio improvvisato tra cassa e rullante. Anche il contrabbasso cammina, corre, scandisce tutte le pulsazioni con il classico wolking, segue e talvolta altera gli accordi, inserendosi sovente in contesti tematici ben definiti o in assolo. Il pianoforte accompagna in modo scarno , ricorrendo a nuovi voicing e a ritmi più schiettamente percussivi. Infine gli strumenti a fiato e la voce espongono sovente all’unisono , il tema dando successivamente ampio spazio a lunghe improvvisazioni con tempi velocissimi, dialoghi serrati , coinvolgendo anche gli strumenti della sezione ritmica.

Durante il concerto verranno proposti i brani più significativi di Monk :
Straight no Chaser
Ruby my Dear
Well you Needn’t
I Mean You
Rhythm-a ning
In Walked Bud
‘Round Midnight

Inoltre tre brani di Horace Silver altro massimo esponente dell’epoca Bebop:
Nica’s Dream
Doodlin
Lonely Woman

Saranno inoltre omaggiati Dizzy Gillespie e charlie Parker.
LILLY IN MONK
LILLY GREGORI JAZZ QUARTET
26 SETTEMBRE ORE 21
Luino, Palazzo Verbania

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.