Marco Baliani torna al Teatro del Popolo

Presentata la stagione di prosa 2010/2011 della Fondazione Culturale: sette spettacoli di qualità con grande attenzione al pubblico giovane

Torna al teatro del Popolo Marco Baliani, atteso sabato 5 marzo 2011, inserito nella stagione di prosa 2010/2011 messa a punto per il teatro di via Palestro di Gallarate dalla Fondazione Culturale 1860 Gallarate Città onlus, presentata questa sera in occasione della prima delle tre giornate “open” proposte al pubblico. Torna, inserito nel festival di filosofia Filosofarti, con “Tracce”, da Ernst Bloch, dopo che nella passata stagione aveva proposto, con grandissimo successo, “Kohlhaas” da Heinrich von Kleist. La nuova stagione di prosa, che inizierà martedì 5 ottobre e si concluderà il 17 marzo proponendo sette titoli, conferma ancora una volta le scelte di qualità della Fondazione Culturale di Gallarate per il teatro del Popolo, che ospiterà nomi importanti e spettacoli aperti anche e soprattutto a un pubblico giovane.
 
Due le serate con Dionisi Compagnia Teatrale, che martedì 5 ottobre alle 21.00 apriranno la stagione con “Potevo essere io”, dal primo libro di Renata Ciaravino (che dello spettacolo è anche interprete con Carmen Pellegrinelli), storia di una ragazza cresciuta nella periferia degradata di Milano e che sogna il suo futuro, e, venerdì 3 dicembre, sempre alle 21.00, proporrà invece “Valori”.
 
Lo spettacolo vincitore del Premio Calandra Teatro 2009 (miglior spettacolo e miglior interprete), “Stasera ovulo”, di Carlotta Clerici per la regia di Virginia Martini con Antonella Questa, rivisitazione comica e commovente sulla sterilità femminile e la maternità over 35, è in scena venerdì 29 ottobre alle 21.00, mentre si cambia registro giovedì 20 gennaio 2011, sempre alle 21.00, con “Novecento”, testo di Alessandro Baricco per la regia di Corrado d’Elia (che ne è anche interprete), storia del pianista Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, nato e vissuto su una nave senza mai scenderne (testo da cui fu anche tratto il film “La leggenda del pianista sull’oceano” di Tornatore nel 1998).
 
“La Molli – divertimento alle spalle di Joyce” è l’involontaria e drammatica ironia attorno a un personaggio tenero e buffo che ricorda i nostri tormenti portato in scena giovedì 10 febbraio alle 21.00 con A.T.I.R.. Di Gabriele Vacis e Arianna Scommegna, lo spettacolo ha la regia di Vacis e Arianna Scommegna ne è interprete.
 
Dopo il già annunciato “Tracce” di Marco Baliani da Ernst Bloch in programma il 5 marzo, la stagione di prosa del teatro del Popolo si conclude giovedì 17 marzo 2011 alle 21.00 con Teatro Minimo e “Sequestro all’italiana”. Di Michele Santeramo e regia di Michele Sinisi, che è in scena con Vittorio Continelli, è uno spettacolo divertente e intelligente, finalista al Premio Riccione per il Teatro 2009.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.