Meo-Husqvarna-CH Racing: un trio sul tetto del Mondo

Il team di Albizzate riporta la casa varesina a vincere il mondiale Enduro come non accadeva dal 2003. I complimenti di Martino Bianchi

antoine meo husqvarna enduroÈ un successo a forti tinte varesine quello colto nel campionato mondiale di Enduro: a salire sul gradino più alto del podio è stata infatti l’Husqvarna del team CH Racing di Albizzate pilotata da Antoine Meo, campione francese di origini avellinesi.
Era dal 2003 che la casa di Cassinetta non riusciva a cogliere l’iride in questa specialità (la classe in questione è la E1, quella regina della categoria), motivo in più di fare festa in casa della scuderia di Fabrizio e Roberto Azzalin. Per Husqvarna quello conquistato da Meo è il 78° della storia, il 46° nell’enduro. E non è un caso che a portare questa moto alla vittoria sia stato Meo, che vanta tanti tifosi anche nella nostra provincia dopo la vittoria colta nel 10° Green Pistons di Cassano Magnago nel 2009, quando diede prova delle sue grandi capacità incantando il pubblico nelle prove speciali tenutesi nel Gallaratese.
I punti decisivi per il titolo iridato sono arrivati dal Gran Premio di Francia: Meo è stato eccellente nella gestione della corsa, conquistando un terzo posto in gara 1 e addirittura vincendo la seconda prova in programma domenica. Nelle altre categorie le vittore del campionato sono andate a David Knight (Ktm) nella E3 (con una gara di anticipo) e a Mika Ahola (Honda) nella E2: per il finnico si tratta del quarto titolo consecutivo.
I complimenti a Meo e alla CH Racing sono arrivati da Martino Bianchi, il numero uno della squadra corse di Husqvarna: «È una grande gioia sconfiggere la concorrenza in un settore come l’enduro, strategico per la nostra casa come per tutti i costruttori di moto off road. La nostra vittoria iridata nella classe E1, la più ambita, è il risultato di un successo di squadra: campione in sella Meo, ma straordinari anche i tecnici guidati dall’ingegner Paolo Brovedani e dalla sapiente gestione sportiva di Fabrizio Azzalin».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.