Mondiali a Milano, buona la prima per l’Italia

Davanti a un Forum tutto esaurito, la nazionale di Anastasi batte in tre set il Giappone nella gara d'esordio. Domenica sera (ore 21) la sfida con l'Egitto

Non poteva essere migliore l’esordio mondiale degli azzurri di Andrea Anastasi: Forum strapieno con undicimila biglietti venduti, tifo alle stelle e soprattutto un 3-0 facile facile contro quella che resta tutto sommato l’avversaria più temibile del girone, pur non sottovalutando l’Egitto del vulcanico Antonio Giacobbe (che nel pomeriggio aveva battuto nettamente il Giappone). L’Italia ha letteralmente triturato i nipponici facendo apparire facile un debutto che poteva non esserlo, dal punto di vista emotivo come da quello tecnico. Ora per Vermiglio e compagni l’importante è non abbassare la guardia in vista delle sfide contro Egitto e Iran: il primo posto nel girone è fondamentale per proseguire nel modo migliore il cammino verso Roma, dove si giocherà la finale del 10 ottobre.
 
LA PARTITA – Italia subito arrembante con Fei protagonista: 7 su 11 in attacco e 1 muro nel primo set. Il Giappone colma il gap iniziale (da 8-3 a 10-9) ma continua a soffrire in ricezione (39%) e l’Italia con Fei e Savani si porta sul 15-11. L’ingresso del "padovano" Koshikawa è poco fruttuoso per la squadra di Ueda che resta sotto 19-14 e 21-15 (Birarelli). Nel finale la reazione nipponica, affidata quasi soltanto a Shimizu (ben 18 palloni per lui!), accorcia le distanze sul 23-20, ma un errore dello stesso Shimizu fissa il punteggio sul 25-20. Partenza bruciante degli azzurri anche nel secondo parziale: subito 5-2 con Fei, poi il turno di servizio dello stesso Fox porta la squadra di Anastasi sul 9-3. Gran tocco di prima di Vermiglio per l’11-4 e il set è tutto in discesa: 14-5, 18-9, 20-13 e infine un 25-16 senza brividi. Il primo vero vantaggio giapponese arriva solo sullo 0-3 del terzo set, ma dura pochissimo: è subito parità e si va al time out tecnico sull’8-7. Savani e Birarelli firmano il break sull’11-9, che diventa in breve tempo 16-11. Il solito Fei fa 18-12, un muro di Birarelli sigla il 23-13 e l’ultimo punto della partita arriva su un errore giapponese.
 
LE INTERVISTE – "La prima partita è sempre un’emozione fortissima – dice Valerio Vermiglio – ed era importante rompere il ghiaccio nella migliore maniera possibile contro una squadra che poteva diventare difficoltosa. Siamo stati bravissimi a mantenere la concentrazione e giocare con lucidità". "Sono contentissimo – aggiunge Andrea Anastasi – dobbiamo mantenere alto il nostro ritmo di gioco in vista delle sfide più importanti, continuando a lavorare duramente giorno per giorno e pensando solo ed esclusivamente al giorno seguente: ora ci concentriamo sull’Egitto". Sulle mancate sostituzioni a partita in corso, il coach aggiunge: "Spero di non farli mai. Quando c’è una differenza sostanziale tra le due squadre è meglio non fare esperimenti, perché è importante accumulare punti che potrebbero essere decisivi per la classifica finale". Realistica l’analisi dell’allenatore giapponese Tatsuya Ueta: "Abbiamo avuto enormi problemi in ricezione fin dall’inizio e non siamo più riusciti a riprendere in mano le redini del match".
 
Italia-Giappone 3-0 (25-20, 25-16, 25-14)
Italia: Mastrangelo 5, Marra (L), Parodi 12, Vermiglio 2, Lasko ne, Savani 10, Travica ne, Fei 18, Birarelli 5, Sala ne, Cernic ne, Zaytsev ne. All.: Anastasi.
Giappone: Abe, Nagano (L), Nishio 1, Tomimatsu 3, Matsumoto, Yamamura 4, Shimizu 15, Fukuzawa 11, Ishijima 2, Koshikawa 2, Yoneyama 1, Imamura 1. All. Ueda.
Arbitri: Sokullu (Turchia) e Farmer (Canada).
Spettatori: 11000.
Note: Italia: battute-punto 2, battute sbagliate 5, attacco 58%, ricezione 63%, muri 9, errori 10. Giappone: battute-punto 2, battute sbagliate 13, attacco 40%, ricezione 48%, muri 1, errori 26.
 
Girone A – Risultati: Egitto-Iran 3-0 (25-21, 25-17, 25-21). Classifica: Italia, Egitto 2; Giappone, Iran 1. Prossimo turno (domenica 26): Iran-Giappone ore 17; Italia-Egitto ore 21.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.