“Nel nostro piano del territorio c’erano campi non villette”

L'ex sindaco (Pd) Olinto Manini scrive al Primo Cittadino Sandro Damiani per rispondere a un editoriale comparso sull'organo di informazione comunale "Malnate Ponte"

Caro Sindaco,

ho ricevuto il notiziario comunale  "Malnate Ponte" e ho letto il tuo editoriale.
Ho imparato, in questi anni , a conoscerti ma mi sono meravigliato di come hai deturpato in modo volgare la verità ,almeno per ciò che mi riguarda come consigliere ed ex Sindaco della amministrazione Ulivista.
Mi riferisco a te non per disquisizioni politiche/amministrative, ne abbiamo fatte tante, ma per come giri e rigiri le situazioni all’ unico scopo di portare " acqua al tuo mulino":
Tu sei il " primo cittadino " e hai il dovere di amministrare ma hai anche il dovere di dire ai Malnatesi la verità, non la "tua verità ".
Comprendo il tuo disagio di quando hai scritto l’editoriale e il tuo disagio odierno ma questo non giustifica le tue affermazioni.
Tutti i nostri concittadini hanno la possibilità di leggere il tuo editoriale e di giudicarlo ed io ho il dovere di replicare.
Quando fai riferimento ad accordi con la Lega e alle mie affermazioni ti dimentichi di contestualizzarle.
Era terminato il consiglio comunale del 18 giugno, quello che ho sempre ritenuto illegittimo, e sotto il cielo di una sera di estate, ti chiesi ragione pacatamente. di una frase detta a un giornalista :
«Manini ha passato dieci anni a fare i propri interessi».
Erano presenti alcuni dei tuoi amministratori, nessuno dei miei colleghi , un pò di pubblico e un giornalista. Discutemmo per un tempo abbastanza lungo (foto sopra, di Enzo Michieletto), io tranquillo tu agitato e invitandoti a ritornare a casa ti dissi che avrei fatto di tutto per "mandarti a casa" .
Il fatto è noto perché il giornalista presente lo riportò all’ indomani sulla propria testata. La Lega segue i propri intenti, il Pd i propri.
E’ dalla campagna elettorale che racconti storie sul comportamento dell’ amministrazione Ulivista sulla questione Cava Cattaneo; non hai mai potuto dimostrare le tue tesi perchè assolutamente infondate. Nessun accordo con i proprietari di Cava Cattaneo ha mai avuto successo, se non quello di risanarla. Sei stato più volte sollecitato a fare chiarezza sulle tue insinuazioni nei riguardi dell’amministrazione che ti ha preceduto …ma al di là delle parole… nulla! Ma quali 15 villette? La verità sta nel Pgt adottato dall’ Ulivo e che tu hai fatto decadere, dove lì era prevista un’ area agricola.

Ti sei inventato la storia di Monte Morone, quasi che ciò che è avvenuto sulle pendici della collina, tanto cara ai malnatesi, fosse opera dell’ Ulivo. Tu sai come stanno veramente le questioni, ed altri per fare chiarezza hanno confermato il periodo lontano ( non il mio ) che è stato testimone della nascita di quei fabbricati. Stiamo parlando degli anni 70-80. Non è stato certo l’ Ulivo ad aumentare le volumetrie in quella delicata zona del nostro territorio e tu non hai impedito un bel nulla… anzi.
L’ amministrazione dell’ Ulivo ha dato ai malnatesi strumenti urbanistici ed ha adottato un Pgt, equo e ben fatto; la tua amministrazione lo ha fatto decadere, e poi, spendendo soldi, l’ ha rifatto salvandone la gran parte e purtroppo aggiungendo edificabilità… Monte Morone, Cava Cattaneo ed altro.

Lo sviluppo del nostro territorio sta a cuore all’ attuale PD, ciò che ho visto realizzare dalla tua amministrazione nell’ "area Tigros" è preoccupante.
Mi sembrava doveroso fare un pò di chiarezza… come stanno le cosa ora, forse serve a poco … ma chi ha lavorato per quasi dieci anni con me non può essere preso in giro.
Non ti porto rancore, nella vita non ci sono solo le questioni del Comune di Malnate, e ti auguro tutto il bene possibile a te e alla tua famiglia, ma mi auguro che la tua esperienza di primo cittadino si concluda il più presto possibile.
Penso francamente che sia meglio così.

Cordialmente

Olinto Manini

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.