Nuove luci per la grotta del Remeron

L’intervento è realizzato dal Parco regionale con un finanziamento di Regione Lombardia. Il Parco Campo dei Fiori realizza i lavori con un finanziamento regionale di 142 mila euro

Sono incominciati i lavori di adeguamento dell’impianto d’illuminazione all’interno della Grotta del Remeron. La caverna si trova nel Comune di Comerio a 685 metri di altitudine sul Monte Campo dei Fiori. L’intervento è realizzato dal Parco regionale con un finanziamento di Regione Lombardia – Direzione Generale Sistemi Verdi; il costo, comprensivo di progettazione e realizzazione, è pari a 142 mila euro. La finalità dell’opera è a rinnovare le lampade e predisporre un impianto ad impatto naturalistico e ambientale inferiore rispetto a quello esistente.
 
La grotta è una meta di escursioni turistiche fin dall’inizio del secolo scorso. Il primo tratto fu aperto al pubblico nel 1914, dopo essere stato attrezzato con un impianto di illuminazione ad acetilene e delle scalette in cemento armato. Fino a pochi mesi fa erano delle lampade alimentate da un generatore elettrico a rischiarare l’interno delle gallerie del Campo dei Fiori.
 
I lavori in corso prevedono l’installazione di lampade a LED dotate di particolari trasformatori che garantiscono la ridotta emissione di calore e ultrasuoni. La tecnologia è stata scelta perché meno disturbante per le specie animali che popolano le cavità del massiccio. I pipistrelli, in modo particolare, sono una specie presente sul territorio del Parco regionale del Campo dei Fiori. Le numerose cavità calcaree sono il luogo ideale per il riposo diurno dei piccoli mammiferi alati. L’impianto sarà inoltre allacciato alla linea elettrica comunale tramite un collegamento di cavi interrati che salgono dall’abitato fino alla grotta.
 
La grotta è rimasta inesplorata fino alla fine dell’ottocento. Su questa “buca dei Remeron” che i contadini della zona conoscevano e temevano sorsero le più fantasiose leggende di animali favolosi e tesori nascosti. Le numerose e ripetute esplorazioni che si sono avvicendate durante tutto il secolo scorso hanno poi condotto alla scoperta di una rete di gallerie e cavità nonché di un laghetto sotterraneo di 42 metri di profondità ed un torrente che si inabissa e sgorga in un altro bacino.
 
La grotta del Remeron è raggiungibile partendo dalla frazione di Mattello a Comerio percorrendo il sentiero 12 del Parco Campo dei Fiori. Il tracciato anche se piuttosto ripido non presenta particolari difficoltà e conduce dopo 45-50 minuti di cammino all’ingresso della caverna. Gli interventi attualmente in corso prevedono anche piccole opere di ingegneria naturalistica per agevolare l’accesso alla caverna e la pulizia dell’area circostante. Le visite sono gestite dall’Associazione Amici della Grotta Remeron e tutte le informazioni rispetto ad orari e prenotazioni si trovano all’indirizzo internet www.grottaremeron.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.