Oltre confine le sigarette costeranno di più

Previsto un rincaro di 20 centesimi al pacchetto. Lo ha deciso il Consiglio federale svizzero che ha deciso un aumento dell'imposta sul tabacco

sigarette più careBrutte notizie per i fumatori e per chi acquisterà le "bionde" oltre confine. Nella sua seduta odierna, il Consiglio federale svizzero ha deciso infatti di aumentare l’aliquota d’imposta sulle sigarette vendute in territorio elvetico. L’aumento entrerà in vigore a partire dal primo ottobre mentre il prezzo dei pacchetti dovrà essere adeguato entro il primo gennaio del 2011. Nella vendita al dettaglio, un pacchetto di sigarette costerà 20 centesimi in più. Il rincaro dell’imposta sul tabacco rientra nel Programma di consolidamento 2012-2013 e secondo le stime del governo comporterà maggiori entrate per la confederazione per un valore di circa 50 milioni di franchi all’anno.
 
Il prezzo di vendita al dettaglio della categoria di prezzo più venduta in Svizzera passa così da 7.20 a 7.40 franchi al pacchetto. L’ultimo rincaro dell’imposta risale al 2008. Allora il prezzo di vendita al dettaglio era aumentato di 30 centesimi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.