Oscurato Facebook per i dipendenti comunali: “Lo usavano troppo”

Decisione presa dal segretario comunale Carmela Pinto dopo aver seguito alcuni dipendenti sul sociale network durante le ore di lavoro

Municipio di TradateNiente Facebook per i dipendenti comunali. Il segretario generale Carmela Pinto ha preso questa decisione in autonomia dopo aver fatto un indagine sugli orari in cui i dipendenti comunali utilizzavano il popolare sociale network. Facebook, infatti, lascia gli orari di ogni attività di chi lo utilizza: «Ho verificato che molto spesso si utilizzava il sito in orari di lavoro – spiega la Pinto -. Non è stata una verificata estemporanea, ma ho monitorato la situazione per diverso tempo. Non tutti i dipendenti che hanno Facebook lo utilizzavano in quella maniera, ma molti sì. Ho quindi deciso di prendere questo provvedimento e bloccare il sito all’interno del comune. Non è una bella immagine, ma la decisione andava presa».
 
Tutti i computer dei dipendenti non potranno accedere al social network: «Quelli dei politici sì. Non posso bloccare anche quelli perché un politico lo usa anche per lavoro. Comunque non capisco chi si senta offeso da questo provvedimento: era stabilito dalle direttive dal ministro Brunetta e io non ho fatto che applicare il regolamento. Mi spiace che tanti siano sentiti offesi».
Alla domanda se magari anche per il Comune il sociale network potesse essere utilizzato per lavoro, la Pinto risponde che «se dovesse necessitare, i dipendenti che avanzeranno questa richiesta, utilizzeranno i computer in uso ai politici».
«Con il sindaco Candiani – conclude il segretario – ho parlato di questa decisione dopo che l’ho presa. Non ho riscontrato particolare entusiasmo, ma ha rispettato il mio ruolo e la decisione. Non so se abbia gradito, ma lui non ha interferito nell’ambito del rispetto reciproco dei ruoli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.