Otto anni fa nasceva Firefox, il browser rivoluzionario

Si chiamava Phoenix, ma pochi anni più tardi avrebbe cambiato nome in Firefox: storia del browser che ha insidiato il monopolio di Microsoft

Otto anni fa, 23 settembre 2002, nasceva uno dei browser più popolari di oggi, Mozilla Firefox. Alla sua nascita, Firefox, aveva un altro nome: si chiamava Phoenix, "Fenice", perché nasceva dalle ceneri del progetto Netscape.

Proprio come Netscape, Firefox è nato per sfidare il monopolio di Microsoft con il suo Internet Explorer. La lotta è stata lunga, omai però Firefox (che a differenza di Explorer è open source, cioè scritto un codice libero e pubblico) è riuscito nel suo intento: ad oggi è il secondo browser più usato al mondo, insidiando Explorer con una quota del 22.93%. In pratica, ogni un navigatore su cinque usa Firefox.

Gli ingredienti del successo: Firefox è nato con l’idea di creare un browser leggero, veloce, compatibile con gli standard del web, e soprattutto sicuro. A sostenere Firefox è stato anche un vero e proprio movimento contrario al monopolio di Microsoft, che ha sostenuto il browser con campagne promozionali, spot, passaparola e vere e proprie donazioni volontarie.

Da quando c’è Firefox, Microsoft ha migliorato sensibilmente anche il suo Explorer, alleggerendolo e introducendo innovazioni, l’ultima versione di Explorer, la 10, è disponibile da circa una settimana.

Firefox, nel frattempo, è pronto con un contropoposta: Firefox 4 arriverà a novembre 2010, con un’interfaccia più veloce, tab "applicazioni", nuove estensioni e supporto a nuove tecnologie per PC come il multitouch.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.