“Pd, è ora di scoprire le carte sui candidati alla segreteria”

Ad meno di due settimane dal termine ultimo per la presentazione delle candidature a Segretario Provinciale, l’intervento dell’associazione “Partecipazione Democratica”

Ad ormai meno di due settimane dal 22 settembre, termine ultimo per la presentazione delle candidature a Segretario Provinciale del Partito Democratico, non sono ancora note né le candidature definitive, né le relative proposte programmatiche, su cui dovranno pronunciarsi i circa 3.500 iscritti al PD in provincia di Varese nei congressi dei Circoli che si svolgeranno ad ottobre.
Di fronte a questo incomprensibile ritardo, auspicando che sulle logiche degli equilibri tra le componenti interne prevalga l’effettiva ricerca di una personalità in grado di rilanciare l’iniziativa e la presenza politica del PD in provincia di Varese, alcuni iscritti al Circolo PD di Saronno lanciano un appello agli attuali vertici provinciali, affinché si adoperino nei prossimi giorni a “scoprire le carte” una volta per tutte.
 
In vista della prossima stagione congressuale ed allo scopo di stimolare un confronto politico e culturale sul futuro del Partito Democratico, i saronnesi Alfonso Attardo, Roberto Barin e Michele Leonello (Consiglieri Comunali), Giuseppe Calderazzo e Christian Cortesi (membri del Coordinamento del Circolo PD di Saronno), Alessandro Papa (ex membro del Coordinamento), Leonardo Calzeroni e Massimo Uboldi (ambientalisti confluiti nel PD) hanno deciso di costituire l’associazione culturale “Partecipazione Democratica”, che nei prossimi mesi promuoverà alcune iniziative pubbliche su temi di carattere politico e sociale.
Una prima iniziativa dell’associazione è la diffusione del documento “Aspettando il Congresso. Il PD che vogliamo: un partito per l’alternativa, aperto, partecipato e federale”, che nei giorni scorsi è stato inviato a tutti gli iscritti ed ai circoli.
 
Il documento (che si allega al presente comunicato) è composto di due parti: la prima è dedicata al livello provinciale; la seconda, invece, contiene un contributo progettuale sulla futura organizzazione del Circolo di Saronno e sul congresso di Circolo che si svolgerà ad ottobre.
Questi i principali punti che riguardano il livello provinciale:
• IL PD CHE VOGLIAMO: il PD deve essere un partito non più condizionato dalle componenti che lo hanno costituito (ex Democratici di Sinistra ed ex Margherita), ma aperto a nuovi contributi culturali, con un’organizzazione di tipo federale, che si proponga al Paese come reale e credibile alternativa al Centro Destra.
•IL SEGRETARIO PROVINCIALE: occorre evitare candidature che rappresentino un “unanimismo di facciata” ed il cui solo scopo è il mantenimento degli attuali equilibri interni tra le diverse componenti. Per individuare il futuro segretario i casi sono due: o si propone una candidatura che sappia rappresentare ed interpretare unitariamente le istanze di cambiamento presenti nel partito ed i bisogni dei territori; oppure una sana e democratica competizione tra candidati concorrenti, che renda vivace la dialettica interna al PD.
• LE PRIMARIE: le “primarie” fanno parte del patrimonio genetico del PD che deve rilanciare questo strumento di partecipazione e di relazione permanente con gli elettori.
Associazione Culturale PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA Sede legale:Via Don Mazzolari 104/d—21047—Saronno (VA) e-mail: partecipazionedemocratica@hotmail.it• ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2010: l’esperienza vincente di Saronno dimostra che senza un Partito Democratico forte e radicato le semplice alleanze non bastano. Rilanciare l’iniziativa e l’immagine del PD è il presupposto necessario per poter tornare ad essere competitivi nei grandi centri della provincia di Varese.
• STRATEGIA: il Partito Democratico ed il Centro Sinistra devono evitare l’autoreferenzialità e le forme di riduzionismo ideologico, indirizzando la propria iniziativa politica a partire dai bisogni sociali del territorio e dal coinvolgimento dei cittadini nelle scelte politiche ed amministrative.
• FORMA PARTITO E ORGANIZZAZIONE: a partire dalla prossima stagione congressuale si auspica la costruzione di un partito nuovo, con un’organizzazione di tipo federale che valorizzi le esperienze territoriali e l’autonomia dei circoli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.