Prende a roncolate gli agenti, arrestato

A farne le spese alcuni vigili dell'ufficio comune del Verbano. L'uomo, di 49 anni è stato arrestato

È stato arrestato dai Carabinieri di Laveno Mombello un 49 enne italiano residente ad Andora, ma domiciliato a Gemonio, responsabile di violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Nel pomeriggio di sabato tre agenti della Polizia Locale del Medio Verbano si sono presentati presso l’abitazione dell’uomo, per notificare un provvedimento amministrativo: un accertamento sanitario obbligatorio disposto dal Sindaco di quel comune.
Il 49 enne, rimasto sorpreso da quella visita, nonostante gli fosse stato spiegato che sul momento non vi era da dare esecuzione ad esso, ha immediatamente reagito, andando in escandescenze. A nulla sono valse le rassicurazioni fornitegli dai tre agenti. L’uomo si è armato di un falcetto e di un bastone, ed ha cominciato a colpire tutti quanti gli agenti, che, fortunatamente, hanno riportato lievi ferite superficiali, riuscendo a contenere l’impeto del 49 enne.
L’allarme è stato diramato alle altre forze di polizia presenti nell’area attraverso la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Luino, la segnalazione è giunta a tutte le pattuglie impegnate nei servizi di controllo del territorio.
In pochi minuti sul posto sono intervenuti i militari della Stazione di Laveno Mombello e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di Luino, che hanno bloccato e preso in consegna il 49 enne, traendolo in arresto. Dopo aver colto la natura violenta della condotta i carabinieri hanno perquisito, l’uomo è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico di genere proibito. Il bastone, il falcetto e il coltello sono stati sequestrati. Fortunatamente i tre agenti della polizia locale non sono gravi e hanno collaborato nell’intento di contenere la condotta sconsiderata dell’uomo. Il loro approccio professionale e la tempestività degli interventi hanno consentito un tranquillo epilogo alla vicenda.
L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Varese a disposizione del Pubblico Ministero, Dott. Tiziano Masini, Sostituto.

Dovrà rispondere di violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, reati aggravati dall’uso delle armi.

Il positivo esito dell’operazione è il frutto di una cospicua presenza sul territorio dei carabinieri della Compagnia luinese, nonché di un costante impegno dei militari che, sempre vicini alle esigenze dei cittadini, non fanno mancare la loro presenza in ogni parte della giurisdizione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.