Quando l’arte entra in cementeria

Si apre domenica 19 la personale del pittore Vincenzo Morlotti, con catalogo curato da Daniele Astrologo

È un binomio curioso quello tra l’arte e la grande industria, soprattutto se questa fa da scenario a un’esposizione come quella in programma a Caravate a partire da domenica prossima, 19 settembre.
A ospitare le tele dell’artista Vincenzo Morlotti, nato a Vedano Olona e gemoniese di adozione, saranno infatti gli spazi messi a disposizione dal cementificio Colacem che è servito anche da soggetto e ispirazione per lo stesso pittore.
La mostra è organizzata dal Comune di Caravate in collaborazione con la stessa azienda, si intitola "Il fascino discreto del cementificio" e sarà visitabile sino al prossimo 24 ottobre. Il catalogo è stato curato da Daniele Astrologo, direttore del vicino museo Bodini di Gemonio, mentre le fotografie sono di Roberto Molinari e il progetto grafico è di Silvia Pedrini.
«Sono tutti oli – scrive Astrologo – caratterizzati da colori espressivi, prossimi ad un naturalismo onirico, lontano dal realismo senza per questo rinunciare ad uno sguardo storico attento a documentare la struttura della fabbrica».
In tutto sono quindici le tele esposte, tutte realizzate da Morlotti nel periodo tra il 1991 (quando ancora il cementificio era di proprietà Rusconi) e il 2010; con questo appuntamento si rinnova l’incontro con il pubblico del pittore che due anni or sono fu protagonista di una bella mostra tenutasi al Museo internazionale di Design Ceramico a Cerro di Laveno.

"Il fascino discreto del cementificio"
Dal 19 settembre al 24 ottobre
Cementificio Colacem di Caravate, via I° maggio, 13
Aperture – Sabato: 15,30/19. Domenica: 10/12, 15,30/19.
Da lunedì a venerdì su appuntamento ai numeri: 347-7644341 e 0332-603632.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.