Rapina con bastone alla farmacia del sindaco, 4 arresti

Avevano assaltato l'esercizio vicino alla stazione per poi sfuggire ad un posto di blocco e rifugiarsi in un'abitazione di Busto Arsizio ma gli uomini del capitano Pagliara li hanno trovati e condotti in carcere

Rapinano la farmacia del sindaco Lorenzo Vitali, sfuggono per pura fortuna ad un posto di blocco ma vengono arrestati poco dopo dai Carabinieri. Si è conclusa con 4 arresti la rocambolesca rapina serale avvenuta ieri, lunedì, attorno alle ore 22.30 alla farmacia della Stazione, di proprietà del Sindaco di Legnano, Lorenzo Vitali. I tre, armati di un bastone, si sono fatti consegnare dai commessi l’incasso di circa 830 euro. Un quarto uomo, il palo, aspettava fuori a bordo di un’auto.
Immediata l’attivazione delle pattuglie da parte della centrale operativa. I carabinieri del nucleo operativo si sono subito precipitati presso la farmacia e hanno visionato i filmati delle telecamere interne. Nel visionarli si sono accorti che le tre persone riprese erano le stesse che avevano poco prima fermato a Legnano , in via Rossini, a forte velocità.

Nel fermarli ed identificarli, la pattuglia aveva notato la loro agitazione ma non sapeva che i quattro occupanti dell’autovettura, una Fiat punto, avevano appena perpetrato una rapina.  Immediate sono scattate le ricerche e i quattro sono stati rintracciati, poco dopo mezzanotte, a Busto Arsizio, presso l’abitazione di uno dei malfattori. A seguito della perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti i soldi, il bastone e gli indumenti utilizzati per la commissione della rapina. A.B. 44enne, fungeva da palo, gli altri tre erano i rapinatori. R.B., 21enne e figlio di A.B., G.B., 31enne e U.D., un romeno 23enne, tutti pregiudicati e tutti residenti a Busto Arsizio, sono stati arrestati e tradotti presso il carcere “San Vittore” di Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.