Revocato lo sciopero in ospedale

Accordo vicino per la vertenza dei tecnici di radiologia: evitato in extremis lo sciopero convocato dall'Unione sindacale di base, che avrebbe riguardato anche infermieri e ausiliari

Trattativa chiusa in extremis all’ospedale di Gallarate: nel pomeriggio di mercoledì – a meno di quarantotto ore dallo sciopero convocato per il 10 settembre – l’Unione Sindacale di Base ha concluso un preaccordo con l’azienda ospedaliera sulla questione ancora aperta dei tecnici di radiologia. «Abbiamo sospeso lo sciopero, il 15 settembre ci incontreremo per chiudere l’accordo e definire la soluzione» spiega Salvatore Petrenga, delegato sindacale Usb. 
Dopo il volantinaggio e la prima astensione dal lavoro a luglio, il clima si era surriscaldato, con la piccola sigla sindacale (con un numero ridotto di iscritti, ma molto rappresentativa tra i tecnici di radiologia) che denunciava il rifiuto da parte dell’azienda a fornire spazi per le assemblee. E così si era arrivati alla convocazione di uno sciopero generale dell’azienda convocato dalla Usb, riguardante anche infermieri e ausiliari ospedalieri, mentre la prima astensione riguardava solo i tecnici della radiologia. «Per quanto riguarda gli altri punti, saranno affrontati successivamente». Nello specifico si tratta del riconoscimento di specifiche indennità per il personale infermieristico, ad esempio quella per il pronto soccorso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.