Sannino: “Mi tengo un punto comunque prezioso”

Di Francesco fa i complimenti a Pinna e al Varese ma rivendica il pareggio guadagnato. Carrozza: "Ci dispiace per il risultato, non per la prestazione che è stata ottima"

Tocca a Eusebio Di Francesco arrivare per primo in sala stampa dopo Varese-Pescara. L’allenatore biancoazzurro è onesto ed equilibrato nella lettura del match di Masnago. “Dopo due sconfitte ho visto una bella reazione della mia squadra soprattutto nella prima ora di gioco. Forse avremmo potuto chiudere prima la partita ma devo dire che il Varese nell’ultima mezz’ora è cresciuto molto anche grazie alla grande qualità degli attaccanti di Sannino”.
Il tecnico ospite fa i complimenti al proprio portiere ma puntualizza anche il fatto che la sua squadra ha meritato il pareggio. “Qualche volta Pinna è stato criticato, così mi fa particolare piacere la sua prestazione odierna. Però non pensiamo solo all’ultimo tratto di gara in cui abbiamo faticato: prima avevo fatto un pensierino a espugnare un campo imbattuto da due anni ma pazienza. Passare qui è difficilissimo anche perché davanti sanno gestire molto bene la palla. Il Pescara però in altre occasioni ha raccolto poco, il nostro è un punto meritato. Una parola su Neto: “Un giocatore di grande qualità: non capisco proprio come possa essere rimasto in Serie C fino a ora”.
 
Aveva chiesto equilibrio, mister Beppe Sannino, alla vigilia dell’incontro, ma il mister biancorosso lo ha trovato solo strada facendo durante il match con il Pescara.“Grandissimo secondo tempo ma non butterei via il primo: il Varese stasera, anche se è stato più brillante nella ripresa, ha fatto un’ottima prestazione contro una squadra brava nelle ripartenze, che ci ha messo in difficoltà. Dico bravi ai miei giocatori per essere riusciti a rimontare il risultato, mi va bene così. Abbiamo corso il rischio di giocare con quattro attaccanti e siamo stati ripagati grazie al sacrificio di tutti gli effettivi. Il Pescara si è chiuso e per noi era difficile centrare il pareggio, però in difesa siamo stati molto attenti e questo ci ha permesso di non subire contropiedi.
Chiamato a parlare dei singoli, Sannino ribadisce che “Su Ebagua in panchina all’inizio decido io, punto. Poi Giulio ha fatto un’ottima prova, Neto è stato strepitoso ma se devo fare un nome esemplare dico Corti, che in cinque giornate ha fatto una valanga di chilometri”.
"Il punto – conclude l’allenatore varesino – me lo tengo stretto: secondo me questi possono essere pareggi determinanti, anche in positivo in chiave futura".
 
Dal campo, le impressioni arrivano da Alessandro Carrozza: "Stasera penso che Pinna sia stato il migliore in campo con 4 o 5 parate strepitose. Nel secondo tempo ci abbiamo messo l’anima per vincere ma purtroppo non siamo riusciti a raddoppiare; mi sarebbe piaciuto fare il primo gol in B con il Varese ma ovviamente prima viene la squadra. Per questo sulla fascia continuo a lavorare e a cercare di migliorare soprattutto in fase difensiva dove faccio più fatica".
Sulle difficoltà nel primo tempo l’ala pugliese risponde così: “Forse non siamo stati gli stessi di altre volte, però a parte il gol credo che le maggiori occasioni siano state le nostre. E poi nella ripresa abbiamo fatto la gara; non ci va bene il risultato ma la prestazione è stata ottima”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.