Tettamanzi ai musulmani: “Lavoriamo insieme per l’accoglienza”

Così il messaggio dell'Arcivescovo di Milano nel saluto ai fedeli al termine del Ramadan

dionigi tettamanziPubblichiamo il messaggio dell’arcivescovo di di Milano Dionigi Tettamanzi ai fedeli musulmani al termine del Ramadan

Cari Amici Musulmani, come ogni anno in occasione della vostra festa di ‘Id al-Fitr, accompagno il messaggio del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso con i miei personali auguri unitamente a quelli di tutta la Chiesa Ambrosiana.
Il tema prescelto ed estremamente attuale “Cristiani e Musulmani: insieme per vincere la violenza tra fedeli di religioni diverse” è in sintonia con gli auspici emersi lo scorso febbraio nell’incontro del Cairo fra eminenti rappresentanti delle nostre tradizioni.
È drammaticamente vivo e non vogliamo dimenticare il dolore di tanti fratelli e sorelle vittime di campagne d’odio che nulla hanno a che vedere con le espressioni della vera fede. Uccidere invocando il nome di Dio è il più grave peccato contro Dio e il più assurdo crimine contro l’umanità. Si perpetuano anche tra noi tragedie di secoli che vorremmo cancellati da una nuova stagione di reciproco rispetto e di comune impegno per la crescita di un’umanità riconciliata in Dio.
Per favorire lo sviluppo di questo desiderato tempo, in cui coltivare nuovi legami e feconde collaborazioni, occorre sentirsi tutti impegnati in una grande opera di educazione al dialogo: perché non partire dai nostri pulpiti e dai vostri minbar? Dobbiamo offrire ai fedeli della nostra stessa fede l’esempio e l’esperienza di sincere amicizie e proficue cooperazioni tra persone, che, pur avendo differenti riferimenti religiosi, sanno di appartenere all’unica famiglia umana voluta dall’unico Dio.
Al termine delle grandi assemblee di preghiera per la rottura del digiuno del mese di Ramadan rinnoviamo tutti insieme l’impegno ad operare in questa società, che oscilla fra la scelta dell’accoglienza e quella dell’ostilità, affinché nelle nostre comunità e nella compagine civile – con le sue istituzioni – si consolidi un cammino comune di pace nella giustizia.

Salâm. La pace di Dio sia con voi.

Dionigi card. Tettamanzi
Arcivescovo di Milano

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.