Tra istituti imbiancati dai genitori e ampliamenti, scuola al via

Tutto pronto per gli istituto comprensivi della città con oltre 3.400 studenti: già iniziate le lezioni alla Leonardo Da Vinci, da lunedì l’Ignoto Militi e l’Aldo Moro

Oltre 3.400 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado (ex elementari e medie) stanno per sedersi sui banchi dei tre istituti comprensivi di Saronno. Per la precisione si tratta di circa 1.450 alunni delle elementari statali, 600 di quelle paritarie, mentre per le scuole medie circa 830 studenti per le statali e 570 per le paritarie.
Tre gli istituti comprensivi della città: l’Aldo Moro (che comprende la scuola secondaria primo grado Moro e le scuole primarie Vittorino Da Feltre e San Giovanni Bosco); l’Ignoto militi (che comprende la scuola secondaria primo grado Bascapè, Scuole primaria Ignoto Militi e Gianni Rodari, scuola materna statale Collodi); la Leonardo Da Vinci (che comprende la scuola secondaria Da Vinci e le primarie Daminano Chiesa e Pizzigoni).
Quest’ultimo istituto ha già iniziato le lezioni mercoledì, mentre gli altri due inizieranno lunedì.
 
Non ci sono particolari novità rispetto allo scorso anno scolastico, se non un leggero aumento per i buoni pasto della mensa comunale, di cui il più caro costa circa 4,40 euro, il 2 per cento in più del precedente anno scolastico.
Altra novità è la sistemazione della scuola Damiano Chiesa, ampliata con quattro aule in più, una nuova mensa e soprattutto dei nuovi bagni, dopo le polemiche degli scorsi anni sollevate da un comitato di genitori sullo stato di degrado della scuola.
Sulle iscrizioni le scuole elementari Rodari e Daminao Chiesa hanno una prima in più, mentre la Pizzigoni una prima in meno. La Vittoriano da Feltre e la San Giovanni Bosco hanno un leggero calo di iscrizioni, ma dovuto al normale invecchiamento dei quartieri.
 
Una curiosità: la scuola elementare San Giovanni Bosco compie 50 anni e durante l’estate i genitori hanno deciso di ritinteggiare volontariamente tutta la scuola.
Molti invece i bambini che vengono anche da fuori Saronno: mentre alle scuole materne c’è la limitazione di essere residenti in città, alle elementari e medie non c’è questa regola e sono molti gli iscritti dai paesi del circondario.
Tutte le scuole saranno comunque a pieno regime a partire da lunedì mattina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.