Tre maestri della chitarra per “Black and Blues”

Venerdì 1 ottobre al Twiggy suoneranno Flaco Biondini, Jaime Dolce e Oscar Corradi. Domenica 3 la seconda sarà con il duo Pedroni - Mele

Due serate in "Black and Blue" quelle di venerdì 1 ottobre e di domenica 3 al Twiggy di Via De Cristoforis, 5. L’organizzazione del festival blues presenta la serata "Midnignt Special "con Flaco Biondini, Jaime Dolce e Oscar Corradi e, per domenica, l’appuntamento con il duo Pedroni – Mele.

Venerdì 1 ottobre,
Ore 22:30, sottoscrizione € 10
con tessera Associazione Culturale Grandangolo

Flaco Biondini Tre maestri della chitarra da tre nazioni differenti insieme per un unplugged ispirato al rock anni ’70. Juan Carlos “Flaco” Biondini (foto a lato), strumentista di origini argentine da sempre chitarra di Francesco Guccini ha collaborato anche con Paolo Conte per l’album "Un gelato al limon, Bruno Lauzi, Vinicio Capossela, Sergio Endrigo, Roberto Vecchioni, Ligabue, Eugenio Finardi ..
Jaime Scott Dolce newyorkese, chitarrista dallo stile “hendrixiano” ha partecipato con la sua band a diversi festival blues tra cui Pistoia Blues e in Italia ha accompagnato Davide Van De Sfroos nel tour “Ma vada via ‘l blues” insieme tra gli altri all’armonicista Sugar Blue.
Oscar Corradi, chitarrista emiliano di estrazione classica, si è esibito in spettacoli di musica e teatro con Alessandro Bergonzoni, Renato Pozzetto…
Uno strepitoso guitar trio!

Domenica 3 ottobre
Pedroni-Mele duo
Twiggy Cafè
ore 21:30, ingresso gratuito

Luca Pedroni è un chitarrista fingerpicking varesino tra i più originali nel panorama italiano
Dopo varie esperienza con generi musicali più disparati affiancando musicisti come calibro di Roy Paci, Andy Davies, Julia St.Louis, Mary Birch, Alessio Beltrami, Kaso e l’Orchestra di Chitarre Classiche Sextha Consort si dedica alla sua personale ricerca musicale nell’ambito della chitarra acustica.
Nel 2005 esordisce con il primo lavoro solista “Ottobre”. Il cd, autoprodotto e inciso presso lo studio milanese di Pietro Nobile, è il frutto della capace fusione delle diverse esperienze musicali maturate negli anni. A partire dallo stesso anno Pedroni entra a far parte dei chitarristi acustici dell’ADGPA, diventa endorser Schertler, recensioni del suo cd appaiono su diverse riviste di settore.
Nel dicembre 2008 vede la luce il suo secondo lavoro discografico:”A different wavelength”, coprodotto da Pietro Nobile e distribuito da Wondermark, una ricerca compositivo-esecutiva focalizzata su una visione polifunzionale e stratificata della chitarra acustica.
Ha suonato su importanti palcoscenici in Italia, Svizzera, Germania (tra cui il Teatro Accademia di Conegliano Veneto, la Casa Verdi di Milano, il Salone Estense di Varese, il Teatro Dimitri di Verscio, la Frankfurt Music Messe, il Nuovo Studio Foce di Lugano, il Teatro Nuovo di Varese, la Music Productiv Messe a Zurigo) e per prestigiosi enti musicali e culturali (Fondazione Verdi di Milano, Fai, Fondazione G.Ascoli, Joint Research Center, Festival Chitarristico dell’Appennino Tosco Emiliano, International Meeting di Sarzana, Festival Internazionale degli Artisti di strada di Taranto,Galliate Master Guitar Festival, Festival del Ticino, Rassegna cinematografica Esterno Notte,16th Guitar International Rendez Vous Convenction ADGPA, Black & Blue Festival).
Ha aperto concerti ad artisti nazionali ed internazionali quali Daniele Silvestri (IT), Fabio Concato (IT), Hot Tuna Acoustic Trio (USA) e si è esibito, nell’ambito delle Black & Blue clinics, dopo la Master class di Larry Carlton. Attualmente cura le musiche per la trasmissione politica "L’ultima parola" in onda su Rai 2. Sua ospite per l’occasione sarà Dorotea Mele spettacolare cantante dalla voce nera con la quale affronterà con originali arrangiamenti un repertorio di classici del soul, del jazz e del blues.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.