“Treno diretto da Varese a Centrale? Secondo me si può fare”

In teoria i binari saranno presto utilizzabili, ma dove sono i problemi? Risorse e organizzazione? Secondo il Pd il sindaco di Varese dovrebbe insistere di più con la Regione

Viaggiare in treno tra Varese e il mondo: è un tema politico che torna, in questi mesi, di attualità. Se esiste un gruppo di lavoro in Regione per collegare la città alla Svizzera con il progetto della stazione unificata (di cui però ancora non vi è certezza) è invece certo che dal 7 dicembre sarebbe teoricamente possibile allungare il percorso dei treni Varese-Porta Garibaldi, facendoli arrivare alla stazione di Milano Centrale. Per i varesini, è indubbio, sarebbe una bella comodità, sedersi in piazzale Trento e arrivare diretti davanti al Frecciarossa, magari per andare a Roma, Bologna, Firenze.
E’ solo teoria, perché per implementare questo servizio ci vogliono risorse e treni. Il consiglio comunale di Varese ne ha discusso, l’opposizione con il consigliere del Pd Fabrizio Mirabelli ha chiesto al sindaco Attilio Fontana di porre il problema in Regione, considerando che Varese è l’unico capoluogo che non è collegato direttamente con la più importante stazione regionale.
L’amministrazione si è interessata ma ritiene al momento poco realistico il progetto. Oggi interviene, con una lettera,  una voce di parte ma che ha anche una competenza tecnica. Si chiama Francesco De Palo, è un militante del Pd che ha fondato un circolo dei ferrovieri democratici ma è anche un macchinista che lavora su quella tratta ed afferma, in sintesi, la seguente tesi: ogni giorno arrivano 16 treni a Porta Garibaldi, con il nuovo passantino potrebbero proseguire verso la Centrale a costo zero. Magari non tutti, ma almeno qualcuno. 
Varesenews vi propone, l’opinione del ferrovie del Pd, chiederemo anche l’opinione del sindaco e dell’assessore Cattaneo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.