Truffa sugli immigrati, lo Stato è parte civile

Udienza preliminare, l'avvocatura di stato contro la cooperative legate alla Caritas accusate di aver sfruttato il lavoro dei richiedenti asilo

E’ iniziata l’udienza preliminare nei confronti di 9 persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e violazioni di normative sul lavoro. Si tratta di reponsabili di cooperative legate alla Caritas,indagate dalla Digos di Varese nell’ambito dell’inchiesta condotta dal pm Tiziano Masini che portò nel gennaio 2008 a 42 perquisizioni coinvolgendo la gestione degli stranieri – che la procura giudica opaca – nei centri di accoglienza. 
Le accuse sono associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata a mezzo di erogazioni pubbliche e favoreggiamento della permanenza di extracomunitari clandestini nel territorio dello Stato. L’udienza di fronte al gup Giuseppe Battarino è stata caratterizzata dalla costituzione delle parti; tra queste vi è stata anche la costizione di parte civile dell’avvocatura di stato in rappresentanza dei ministeri del lavoro e dell’interno.   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.