Tumore al pomone: mortalità ridotta grazie alla diagnosi precoce

Sono quasi seimila le persone che si sono sottoposte allo screening Predica per la prevenzione del tumore al polmone. Il 23 e il 24 settembre un congresso presenta i risultati del progetto

Si tiene a Varese il 23 e 24 settembre il congresso “Diagnosi precoce del cancro del polmone”, nell’Aula Magna dell’Università dell’Insubria, in Via Ravasi 2.
L’obiettivo del convegno è fare il punto sui progressi delle cure del cancro del polmone legati alla diagnosi precoce e al tempestivo intervento chirurgico.
L’evento è organizzato dall’Università dell’Insubria di Varese e dall’U.O. Chirurgia Toracica dell’Ospedale di Circolo di Varese, diretta dal prof. Dominioni, che da molti anni si interessa specificamente delle cure del cancro del polmone, in collaborazione con le Scuole di Specializzazione in Chirurgia toracica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e dell’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti.
«Negli ultimi anni – spiega Dominioni – vi è stato un netto miglioramento delle possibilità di cura radicale della malattia, soprattutto nei casi in cui la diagnosi avviene precocemente, con sopravvivenze superiori al 70% a cinque anni; numerosi cominciano a diventare anche i casi di sopravvivenza oltre i 10 anni».
L’appuntamento congressuale sul tema specifico della diagnosi precoce è diventato tradizionale a Varese; questa è infatti la sesta volta che, con cadenza biennale, a cura del prof. Dominioni si riuniscono a congresso nella nostra città alcuni dei maggiori esperti di oncologia polmonare. Partecipano oltre 40 relatori nazionali e internazionali, per presentare e dibattere le più importanti novità epidemiologiche, diagnostiche e terapeutiche del cancro del polmone.
“Di speciale interesse quest’anno – aggiunge Dominioni – sono due sessioni congressuali, quella sull’epidemiologia e quella sullo screening. A cura dell’Osservatorio Epidemiologico provinciale dell’ASL di Varese, particolarmente attento alla patologia oncologica, verranno presentati i dati epidemiologici aggiornati della malattia in Italia e specificamente a Varese. La sessione sullo screening, con la partecipazione di alcuni dei maggiori esperti mondiali, si presenta assai interessante perché vedrà anche la presentazione ufficiale dei buoni risultati ottenuti con il programma di screeninig PREDICA per la diagnosi precoce del cancro del polmone, in atto da molti anni in provincia di Varese”.
Il protocollo del Progetto PREDICA prevede l’effettuazione di un esame radiografico del torace a cadenza annuale. La partecipazione al progetto da parte dei soggetti a rischio è su base volontaria ed è gratuita. L’arruolamento dei partecipanti viene effettuato da uno dei circa 160 Medici di Medicina Generale che hanno aderito a tale progetto, o direttamente dal Centro coordinatore (Centro di Ricerca in Chirurgia Toracica dell’Università dell’Insubria).
Per arruolamento e prenotazione esami Rx di screening, i fumatori ed ex-fumatori devono rivolgersi a: segreteria PREDICA, (14.00 – 18.00) al telefono: 0332.278.868, presso il Vecchio Ospedale di Circolo, 2° piano, Viale Borri 57, Varese.
L’arruolamento avviene compilando un breve questionario; quindi si esegue la radiografia del torace, in duplice proiezione, in uno dei centri radiologici convenzionati nella provincia di Varese (Ospedale di Circolo di Varese, Ospedale di Cittiglio, Ospedale di Cuasso al Monte, Ospedale S.Anotnio Abate di Gallarate).
“Alla data del 31 agosto 2010 hanno aderito al Progetto PREDICA 5.969 fumatori o ex-fumatori a rischio, che hanno complessivamente eseguito 26.139 radiografie del torace. – conclude Dominioni – Tra costoro sono stati identificati in fase asintomatica 74 (settantaquattro) casi di cancro del polmone, che sono stati curati tempestivamente e che dopo cinque anni presentano sopravvivenza a 5 anni di oltre il 40%, più che tripla rispetto ai casi di cancro del polmone nella popolazione non sottoposta a
screening radiografico”.
I dati raccolti, unitamente all’esperienza di lavoro complessivamente emersa in oltre 13 anni di attività del progetto PREDICA nella Provincia di Varese, documentano che dove si è effettuato lo screening nei fumatori si è avuta una diminuzione significativa della mortalità per cancro del polmone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.