Un’edilizia “convalescente” fa sistema e “chiama” le istituzioni

Fra gli appuntamenti, venerdì 24 settembre in apertura di Ediltek un convegno con l'assessore regionale Cattaneo sull'attuazione dei maggiori interventi infrastrutturali nella nostra provincia

Un aspetto caratterizzante dell’edizione 2010 di Ediltek è lo sforzo comune condiviso da enti e associazioni di settore, per una fiera che non sia una semplice vetrina, ma sappia andare oltre, creare i legami giusti e fare "cultura" del costruire – e del costruire bene, secondo le tecniche più moderne e nel rispetto della sicurezza, prima di tutto quella di chi ogni giorno lavora. È un po’ questo il succo della conferenza stampa di presentazione dell’evento che animerà MalpensaFiere nel fine settimana.

– La luce in fondo al tunnel della crisi?

A introdurre era Pietro Garavaglia per Chocolat pubblicità, la segreteria organizzativa di Ediltek, che snocciolava i numeri della fiera. «Il 48% degli espositori viene dal Varesotto» ricordava, «teniamo molto a questa territorialità. la provincia ha dimostrato di saper rispondere a coesione e comunione d’intenti».
Una breve analisi improntata ad ottimismo veniva dal collegio periti industriali, con il presidente Giorgio Tilli e il consigliere Giuseppe Giorgetti. Una provincia «che ha bisogno di una sorta di risorgimento», un’edilizia che ha patito una crisi tremenda, ma con una fiera «da ‘anno zero’ del settore» ad annunciare nuove prospettive. «Perchè ora le nuove tecnologie stanno finalmente penetrando a tutti i livelli dell’edilizia», non più confinate a show estemporanei o realizzazioni isolate, «e ormai l’impiantistica avanzata sta superando le opere murarie in valore». Anche Gianpietro Ghiringhelli, presidente dell’Ance, associazione costruttori, vede la luce in fondo al tunnel: «c’è qualche movimento positivo sul mercato immobiliare, è tornata la voglia di investire nel mattone, anche l’annuncio della cedolare secca sugli affitti ha fatto bene». Alle istituzioni i costruttori lanciano due messaggi: per gli "appalti a chilometri zero", ossia con preferenza alle imprese locali; e perchè si impieghino strumenti di aggregazione fra piccole e medie imprese in grado di "spalmare" i costi e cumulare le certificazioni, consentendo così l’accesso alle Grandi Opere altrimenti precluse da limiti economici e organizzativi.

– Eventi e convegni: dalle gare di arte muraria al punto della situazione sulle Grandi Opere

Le sette sale conferenze di MalpensaFiere ospiteranno nella "tre giorni" dedicata al mattone e alla benna una serie di convegni organizzati con il coinvolgimento delle Associazioni di Categoria e di esperti del settore. Certificazione energetica, sicurezza sui cantieri, conformità dei sistemi di riscaldamento a legna, gestione delle risorse energetiche, stima degli immobili e mutui saranno alcuni dei temi trattati assieme alla valutazione dello stato dei lavori per la realizzazione di nuove infrastrutture nella nostra zona.
Quest’ultimo convegno, organizzato dal collegio geometri provinciale e da Ance, dal titolo "Le grandi opere e il rilancio dell’edilizia in provincia di Varese: un anno dopo" si terrà venerdì 24 settembre dalle 9,30 alle 13 in sala Borghi e vedrà la partecipazione, tra le autorità, dell’assessore regionale Raffaele Cattaneo. All’esponente della Giunta regionale spetterà fare il punto della situazione.
Sabato 25 invece, sempre in sala Borghi e dalle 9,30 alle 12, si terrà un convegno sull’efficienza energetica, moderato dall’arch. Antonella Vivarelli, rappresentante dell’associazione certificatori energetici (Ace), nel quale si approfondiranno le normative vigenti, europee e regionali, e le opzioni di investimento in questo campo.
Altri incontri e dibattiti riguarderanno invece la sicurezza sul lavoro con il convegno su lavori in quota e rischi di caduta dall’alto nel quadro normativo della legge 81/2008, idnetto dell’associaizone amministratori condominiali (Anaci); e una tavola rotonda sulla certificazione di conformità dei camini, mirata c reare un documento da sottoporre alle competenti autorità, indetta da Anfus, associaizone che riunisce produttori, installatori e manutentori (spazzacamini) di canne fumarie ed affini.

La manifestazione ha carattere espositivo e convegnistico ma anche didattico, come dimostrano le numerose iniziative collaterali alla fiera vera e propria.
Ediltek è anche aggiornamento professionale. Oltre 350 studenti di 6 Istituti tecnici della provincia (plessi di Caronno, Castellanza, Gallarate, Luino, Tradate e Varese) prenderanno parte, nella giornata di venerdì 24, al Laboratorio di ricerca intitolato “Progettare la sicurezza nelle varie tipologie di scavo” proposto da CPT Prevenzione Infortuni di Varese, INAIL e Ufficio Scolastico Provinciale di Varese. Ai ragazzi coinvolti verrà chiesto di presentare una relazione del lavoro svolto in fiera e a dicembre i due progetti vincitori si aggiudicheranno rispettivamente € 2.500 e € 1.500 messi a disposizione da INAIL. A presentare l’iniziativa era Alberto Rimoldi, presidente del CPT.
Un momento di spettacolo volto a promuovere la formazione professionale in edilizia è la gara di arte muraria che vedrà il confronto tra squadre di professionisti e aspiranti tali impegnati nella realizzazione di fioriere con mattoni a vista. Non sarà la pura rapidità d’esecuzione il criterio di giudizio, si avverte, ma il fatto di realizzare l’opera "a regola d’arte". Una competizione che varrà come selezione regionale per la finale di Ediltrophy, la manifestazione che premia la qualità del costruire, che si terrà a Bologna in ottobre in occasione di SAIE.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.